logo san paolo
venerdì 15 ottobre 2021
 
udienza generale
 

Essere poveri in spirito per essere liberi

05/02/2020  Papa Francesco comincia la catechesi sulle Beatitudini e spiega che tutti siamo poveri in spirito, comprenderlo e accettarlo ci apre le porte della felicità e del regno di Dio

Il Vangelo delle Beatitudini, spesso richiamato da papa Francesco, è al centro delle catechesi generali del mercoledì. Nell’udienza di oggi Bergoglio parte proprio dalla prima, ripresa da Matteo: «Beati i poveri in spirito». Il Papa ricorda che la prima delle otto beatitudini sembra un annuncio paradossale. «Una strada sorprendente, e uno strano oggetto di beatitudine. Dobbiamo chiederci: che cosa si intende qui con “poveri”? Se Matteo usasse solo questa parola, allora il significato sarebbe semplicemente economico, cioè indicherebbe le persone che hanno pochi o nessun mezzo di sostentamento e necessitano dell’aiuto degli altri». Ma, a differenza del Vangelo di Luca, Matteo parla di «poveri in spirito». Francesco spiega che «lo spirito, secondo la Bibbia, è il soffio della vita che Dio ha comunicato ad Adamo; è la nostra dimensione più intima, quella che ci rende persone umane, il nucleo profondo del nostro essere. Allora i “poveri in spirito” sono coloro che sono e si sentono poveri, mendicanti, nell’intimo del loro essere. Gesù li proclama beati, perché ad essi appartiene il Regno dei cieli». Il contrario di quello che ci dice il mondo che, invece, chiede di farsi un nome, di essere qualcuno, di essere «in competizione con gli altri» e vivere «nella preoccupazione ossessiva per il mio ego». Ma, il Vangelo ci insegna che «se non accetto di essere povero, prendo in odio tutto ciò che mi ricorda la mia fragilità. Ognuno, davanti a sé stesso, sa bene che, per quanto si dia da fare, resta sempre radicalmente incompleto e vulnerabile. Ma come si vive male se si rifiutano i propri limiti! Le persone orgogliose non chiedono aiuto perché devono dimostrarsi auto-sufficienti. E quanto è difficile ammettere un errore e chiedere perdono! Invece il Signore mai si stanca di perdonare; siamo noi purtroppo che ci stanchiamo di chiedere perdono».

Il Papa spiega che è difficile chiedere perdono perché «umilia la nostra immagine ipocrita. Eppure, vivere cercando di occultare le proprie carenze è faticoso e angosciante. Gesù Cristo ci dice: essere poveri è un’occasione di grazia; e ci mostra la via di uscita da questa fatica. Ci è dato il diritto di essere poveri in spirito, perché questa è la via del Regno di Dio».

E poi sottolinea che «non dobbiamo trasformarci per diventare poveri in spirito, perché lo siamo già! Siamo tutti poveri in spirito, mendicanti. È la condizione umana. Nella Liturgia delle Ore iniziamo sempre dicendo: “O Dio vieni a salvarmi; Signore vieni presto in mio aiuto”. Chi parla così? Un mendicante. La forza della preghiera è la nostra povertà».

Il Vangelo parla chiaro: «Il Regno di Dio è dei poveri in spirito. Ci sono quelli che hanno i regni di questo mondo: hanno beni e hanno comodità. Ma sono regni che finiscono. Il potere degli uomini, anche gli imperi più grandi, passano e scompaiono. Ma soprattutto: è vero regnare questo?», domanda il Papa. «Regna veramente chi sa amare il vero bene più di sé stesso. Questo è il potere di Dio. Dice una bellissima Orazione liturgica: “O Dio, che manifesti la tua onnipotenza soprattutto con la misericordia e il perdono…”». Cristo si è mostrato potente «perché ha saputo fare quello che i re della terra non fanno: dare la vita per gli uomini. Questo è vero potere. In questo sta la vera libertà. A servizio di questa libertà sta la povertà elogiata dalle Beatitudini» C’è «una povertà», conclude il Papa, «che dobbiamo accettare, quella del nostro essere, e una povertà che invece dobbiamo cercare, quella concreta, dalle cose di questo mondo, per essere liberi e poter amare».

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%