logo san paolo
sabato 24 ottobre 2020
 
 

Ettore Scola torna e omaggia Fellini

16/09/2013  Dopo dieci anni d'assenza dalle sale cinematografiche, il regista ha presentato a Venezia Che strano chiamarsi Federico!, dedicato all'autore di Amarcord

Dopo dieci anni dalla realizzazione dell'ultimo film, Ettore Scola torna nelle sale cinematografiche con Che strano chiamarsi Federico!, dedicato a Federico Fellini, uno dei più grandi registi di sempre, suo amico, di cui ricorre a ottobre il ventennale della scomparsa. Il ritorno di Scola al cinema attivo è l'occasione per ricordarne alcune opere di grande successo, da La famiglia a C'eravamo tanto amati, passando per Una giornata particolare, Brutti, sporchi e cattivi, Ballando ballando, solo alcune delle molte opere che l'hanno visto tra i protagonisti del cinema italiano.

Scola è stato e continua a essere anche uno degli sceneggiatiori più importanti del panoramna cinematografico. Tra le sue sceneggiature, basterebbe ricordare quelle di Un americano a Roma, Anni ruggenti, La marcia su Roma, Io la conoscevo bene, I mostri e Il sorpasso. Di quest'ultimo film c'è un aneddoto particolare. Scola lavorò assieme a Dino Risi e Ruggero Maccari a quel piccolo grande capolavoro, di cui Risi firmò la regia: «Lo abbiamo scritto in un mese soltanto e non pensavamo di fare un capolavoro. Anche perché sarebbe sbagliato ragionare in questi termini».

C’è una scena in cui Gassman dà le chiavi dell’auto al benzinaio di un autogrill e ripete a pappagallo lo slogan di una pubblicità: «Cane a sei zampe, amico fedele dell’uomo a quattro ruote». Quello slogan era proprio di Scola, che lo inserì nel film: «Ma non c’era vanità. In realtà, alla fine della guerra, al Marc’Aurelio, il giornale dove lavoravo, non avevamo inserzioni pubblicitarie. L’Agip di Enrico Mattei voleva dare risalto al carburante italiano e noi facemmo delle vignette sul tema. Le mie piacquero a Mattei che mi convocò. Un tipo un po’ esaltato, che faceva discorsi molto retorici: «Lei deve sentire come un impegno morale il viaggio in auto con la benzina italiana». E così gli feci quello slogan, che gli piacque e divenne la pubblicità dell’Agip». E di Vittorio Gassman nella parte dello sbruffone Bruno Cortona, che lo ripete come un dogma al benzinaio.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%
PAROLA E PREGHIERA
€ 33,60 € 33,50
VITA PASTORALE
€ 29,00
GAZZETTA D'ALBA
€ 62,40 € 0,00 - 14%