logo san paolo
lunedì 27 giugno 2022
 
Expo 2015
 

Expo 2015: la Fiera dei furbi

16/10/2014 

Caro padre, leggo la sua rivista che è da sempre in casa di mia suocera, e la trovo molto attuale e non di parte. Voglio manifestarle la mia indignazione, sempre maggiore, sull’Expo di Milano. Non passa giorno che la Tv non ci informi di persone indagate o messe in galera per corruzione o appropriazione indebita. Insomma, c’è di tutto e di più! Ma come fanno le Organizzazioni internazionali ad affidare all’Italia manifestazioni così importanti, sapendo che siamo un popolo di corrotti, delinquenti, loschi faccendieri e politici indecenti che approfittano di ogni occasione per arricchirsi? Piaccia o no, purtroppo è sempre così, salvo rare eccezioni. Non siamo affidabili, siamo impresentabili al mondo. Quindi, Expo, Olimpiadi e simili manifestazioni devono essere assegnati a Paesi più seri, tipo Finlandia e Danimarca, tanto per fare qualche esempio di correttezza. Il mio sfogo è amaro ma vero.
ALESSANDRO T.

Ogni volta che, passando per Roma, leggo sul Colosseo quadrato all’Eur quella scritta che recita: «Italia, popolo di poeti, di artisti, di eroi, di santi, di pensatori, di scienziati, di navigatori e trasmigratori», mi viene il dubbio se non siano da aggiungere altri appellativi. Purtroppo, in negativo, come “furbi” e “corrotti”, che non hanno più a cuore il bene del Paese, ma guardano esclusivamente al proprio interesse e a come arricchirsi defraudando le risorse di tutti e violando le leggi. Il “made in Italy” è molto ambito all’estero, purtroppo noi siamo così masochisti da farci tanto male da soli, sciupando un patrimonio di ingegno e di bellezze di cui siamo stati ampiamente dotati.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo