logo san paolo
sabato 27 novembre 2021
 
 

Faccine, emoji, emoticon, smile: piccolo dizionario per capire

18/11/2015  Le faccine viste dall'Accademia della Crusca

Emoticon [i'motikon] dal corrispondente inglese pronunciato [ɪ'məʊtɪkən], composto di emo(tion) 'emozione' e icon 'icona'; data di ingresso in italiano 1988: "in un messaggio di posta elettronica o in un articolo di newsgroup, ognuno dei simboli ottenibili con una serie di segni di punteggiatura, che, visti da un lato, formano un viso che esprime una particolare emozione" (Il Nuovo De Mauro). Alcuni vocabolari, come il Devoto-Oli, riportano anche la variante italianizzata emoticona.

Smiley [ˈsmʌɪli] dal corrispondente inglese derivato di smile 'sorriso'; entrato in italiano nel XX secolo (in questo caso la lessicografia non indica una data precisa) come sostantivo maschile invariabile, e rimandato per la definizione a emoticon (cfr. Il Nuovo De Mauro). In italiano è in uso anche la variante smile, sempre maschile invariabile, non attestata sui principali dizionari sincronici ma molto diffusa in rete.

Emoji: prestito dal giapponese 絵文字, pronunciato [emodʑi] (per la pronuncia cfr. anche Youtube), composto di e 'immagine' e moji 'lettera, carattere' (cfr. Oxford Dictionaries Online). Il termine, ancora troppo nuovo per essere registrato dai principali dizionari italiani, è trattato nella"Enciclopedia di scienza e tecnica" della Treccani, dove leggiamo che, a differenza delle emoticon, di cui possono essere considerati un'evoluzione commerciale, gli emoji sono "un’enorme serie di simboli (ognuno disegnato su una griglia grafica di 12×12 punti) raffiguranti ogni genere di oggetto (da treni, aerei, matite e buste da lettera, a faccine, cuoricini e animaletti, a rappresentare concetti, relazioni ed emozioni)"; non più sequenze di segni della tastiera, insomma, ma veri e propri pittogrammi che non comprendono solo faccine con varie espressioni, ma anche immagini di altro genere.).

Tratto da consulenza linguistica online, Accademia della Crusca, Faccine: emoticon, smile(y), emoji… maschili o femminili?, a cura di Vera Gheno.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo