logo san paolo
domenica 14 agosto 2022
 
 

Fassino sindaco d'Italia

13/10/2011  Il primo cittadino di Torino svetta nella rilevazione Monitor Città. Al secondo posto si classifica Tosi (Verona), al terzo Renzi (Firenze)

Nella 15° edizione di Monitor Città è Piero Fassino il sindaco più apprezzato dai propri concittadini, seguito da Flavio Tosi (Verona) e Matteo Renzi (Firenze). A decretare la graduatoria dei sindaci più amati dai cittadini, con dati aggiornato al primo semestre 2011, è la 15esima edizione di Monitorcittà-Datamonitor, che evidenzia anche una forte rimonta del primo cittadino di Roma Gianni Alemanno. 

Nessuna donna. Tra gli elementi sottolineati dagli autori della ricerca – che prende in considerazione solo i sindaci dei capoluoghi di provincia che hanno superato la soglia del 55 per cento di gradimento del loro operato – c'è la totale assenza nelle graduatorie di sindaci donna. 

I punteggi. Piero Fassino (Pd) guadagna il gradino più alto del podio con il 68,5 per cento (va ricordato che il sondaggio è stato realizzato poco dopo la sue elezione), mentre Flavio Tosi (Lega Nord) si ferma al 67,6 per cento (-0,5 per cento rispetto al semestre precedente), Matteo Renzi (Pd) al 65,9 per cento (-1,7 per cento). Seguono Vincenzo de Luca (Pd), sindaco di Salerno, Luigi De Magistris (Napoli, Idv).

In questa edizione solo 48 sindaci su 110 comuni capoluogo sono riusciti a ottenere almeno il 55 per cento dei consensi (in allegato la classifica). Rispetto allo scorso semestre, le new entry sono sette: Piero Fassino (Torino), Luigi De Magistris (Napoli), Giuseppe Casti (Carbonia), Massimo Zedda (Cagliari), Claudio Pedrotti (Pordenone), Roberto Cosolini (Trieste) e Demetrio Arena (Reggio Calabria), tutti provenienti dall’ultima tornata elettorale. 

I 48 sindaci che sono riusciti a piazzarsi sopra la soglia del 55 per cento sono: 31 di centrosinistra e 17 di centrodestra; 19 del nord, 12 del centro e 17 del sud. Otto dei primi dieci sono del Pd, gli altri due sono Tosi (Verona) e Michele Traversa (Catanzaro, Pdl, settimo).

Oltre all’apprezzamento dei sindaci, Datamonitor fotografa la soddisfazione espressa dai cittadini sulla qualità dei servizi. Sul podio si conferma il duo Bolzano-Trento, rispettivamente con il 76,5 per cento e il 71,3 per cento. Al terzo posto Belluno con il 65,8 per cento. Seguono Reggio Emilia (64,8 per cento) e Verbania (62,4 per cento). Ad eccezione di Siena, al decimo posto con 59,6 per cento, i primi venti posti della classifica sono occupati da città del Nord.

La classifica dell’apprezzamento dei servizi dei primi 20 comuni italiani è ottenuta attraverso un indice medio relativo al livello di soddisfazione espresso dai cittadini intervistati su 23 servizi (anagrafe/stato civile, tributi, Urp, servizi scolastici, politiche per le imprese, servizi sociali, sicurezza, polizia municipale, raccolta rifiuti, pulizia delle strade, manutenzione stradale, illuminazione stradale, verde/parchi pubblici, edilizia/urbanistica, turismo, cultura/spettacolo, sport, viabilità/traffico, parcheggi, trasporto pubblico, gas, acqua, elettricità).

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo