logo san paolo
domenica 05 dicembre 2021
 
 

Fazio c'è e batte un colpo

23/09/2013  Il conduttore di "Che tempo che fa", prossimo al ritorno in Tv, è protagonista della prima asta di beneficenza a favore di Amici del bambino malato onlus

Riecco Fabio Fazio: una sua uscita pubblica è di per sé un evento, se poi non c'è di mezzo "Che tempo che fa" la notizia è un evento. Ma sia chiaro, com'è nello stile del personaggio, non si è trattato di un appuntamento mondano, quanto, invece, di una causa che ora coinvolge tutti. È infatti in programma mercoledì 25 settembre, a Milano, presso Palazzo Crespi in corso Venezia 22, la prima asta di beneficenza organizzata dalla onlus Amici del bambino malato, presideuta dalla professoressa Susanna Esposito: scopo della serata, ovviamente, raccogliere fondi a favore della Clinica pediatrica De Marchi. 

«Raccogliere gli oggetti da presentare in asta per questo progetto in favore dei bambini - ha affermato Fabio Fazio - è stata un'avventura straordinaria. Ringrazio con profonda gratitudine tutti gli amici che hanno creduto in questo progetto, consentendoci di radunare un'eccezionale raccolta di pezzi unici, di grande valore e carichi di contenuto simbolico. Ci è stato affidato un manoscritto meraviglioso di Roberto Benigni, una pagina della Voce Della Luna donata da Nicola Piovani e la moleskine di Roberto Saviano con i suoi appunti. 

E ancora, Jovanotti ha inviato un libro e alcune magliette, Luciana Littizzetto un particolarissimo paio di scarpe con tacco a mole antonelliana. E poi: un pallone di Del Piero, un gilet australiano di Arbore e, infine, un oggetto incredibile per grandi appassionati: la bacchetta di Claudio Abbado! È la prima volta che accade di avere una così importante varietà di pezzi. Ora ci aspetta un'altra prova, la conclusione di questo grande lavoro corale e sono certo di poter contare su un pubblico numeroso e sulla generosità dei partecipanti all'asta per poter consegnare agli Amici del bambino malato onlus un esempio concreto di generosa solidarietà».

Saranno
40 i pezzi battuti da Fabio Fazio nel corso della serata. «L'obiettivo che vogliamo raggiungere con questa iniziativa - spiega la professoressa Esposito, presidente di Abm onlus - è raccogliere i fondi necessari per l'adeguamento delle apparecchiature ormai insufficienti e tecnologicamente superate, per il Reparto di pediatria ad alta intensità della Clinica De Marchi, la struttura pediatrica più grande di Milano in cui sono ricoverati ogni anno circa tremila bambini». 

 

«Ho aderito con entusiasmo a questo progetto - afferma Fabio Fazio - perché conosco l’Associazione e la prof.ssa Susanna Esposito. Mi piace l’idea di progetti mirati, precisi, i cui effetti possano durare nel tempo per aiutare concretamente chi ne ha bisogno. A me le aste piacciono tantissimo – prosegue Fazio - e da sempre mi interessa carpire quel che sta dietro gli oggetti, la vita e la storia di chi li ha posseduti. Non so se sarò bravo nel ruolo di battitore, ma di certo sarò tenace».

Per avere maggiori informazioni sul programma della serata, sugli oggetti battuti, e sulle modalità di partecipazione è possibile consultare il sito internet dell'associazione www.amicidelbambinomalato.it

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo