Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 22 aprile 2024
 
 

Festival della mente, appuntamento a settembre

17/07/2015  La responsabilità è il tema attorno a cui ruota la rassegna di Sarzana, tra incontri, spettacoli, laboratori, anche rivolti ai più piccoli. Tra gli ospiti annunciati, Massimo Recalcati, Melania Mazzucco e Simonetta Agnello-Hornby.

E’ il primo festival in Europa dedicato alla creatività e ai processi creativi e quest’anno tiene la sua XII edizione. Dal 4 al 6 settembre il Festival della Mente di Sarzana, nella cittadina al confine tra Liguria e Toscana, ospita 60 relatori italiani e internazionali e 38 incontri tra spettacoli, letture, laboratori e momenti di approfondimento culturale. Quest’anno il tema comune dei molti interventi sarà quello della “responsabilità”. Spiega il direttore scientifico del Festival, Gustavo Pietropolli Charmet: “Per parlare di creatività in modo non noioso, abbiamo trovato la strada di convocare ogni tipo di arte e disciplina che si interessi dell’uomo e del suo destino”.

E perciò scienziati, filosofi, scrittori, psicoanalisti, artisti e intellettuali, nella tre giorni di Sarzana offriranno le loro declinazioni e interpretazioni della creatività e del suo legame con la responsabilità a un pubblico che lo scorso anno ha raggiunto 45.000 presenze. Precisa la direttrice artistica del festival della Mente, Benedetta Marietti: “ La responsabilità della nostra rassegna è fornire strumenti in grado di comprendere il presente e la realtà che ci circonda, sempre più complicata”.Ecco allora esponenti delle scienze come il fisico Jim Al-Khalili, il neurolinguista Andrea Moro, Il genetista Guido Barbujani e il matematico Carlo Toffalori; e delle scienze della mente come il neuropsichiatra Massimo Ammaniti, lo psicoanalista Massimo Recalcati, lo psichiatra Eugenio Borgna e lo psicologo James R.Flynn.

A Sarzana la responsabilità è intesa come etica della responsabilità, che considera la conseguenza di scoperte e azioni sulle persone e sul mondo, comprese le future generazioni. La scuola è quindi un altro filone dell’edizione di quest’anno, con il “maestro di strada” Marco Rossi-Doria e lo scrittore-insegnante Edoardo Albinati, nonché lo psicoanalista Tito Baldini che segue i ragazzi “al limite”. Poi lo scrittore Eraldo Affinati e il giurista Salvatore Lombardo parleranno di migrazioni; i criminologi Adolfo Ceretti e Alfredo Verde e la scrittrice e avvocato Simonetta Agnello-Hornby di come prevenire il femminicidio.L’analisi del passato è affidata alla lezione inaugurale del filologo e storico Luciano Canfora sull’imperatore Augusto e il rapporto tra potere e responsabilità politica; agli scrittori Arturo Pérez-Reverte e Bruno Arpaia sull’impatto in Europa dell’”Encyclopédie” di Diderot e D’Alembert; all’esperto di pensiero antico Matteo Nucci sulla figura di Edipo.

Nutrita la presenza di scrittori: oltre a quelli già citati, Mauro Covacich, Emanuele Trevi, Marco Missiroli, Giorgio Fontana, Frank Westerman, Melania Mazzucco.Artisti e intellettuali arricchiscono le sezioni dedicate all’arte e agli spettacoli, e in parallelo si svolge il “Festival della Mente per bambini e ragazzi”, con i suoi 50 appuntamenti tra laboratori, letture animate, spettacoli e passeggiate. La rassegna di Sarzana è promossa dal Comune e dalla Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia e si avvale della collaborazione di 500 giovani volontari.

Tutto il programma è disponibile sul sito www.festivaldellamente.it, dove dal 17 luglio sono anche in pre-vendita i biglietti per gli incontri (euro 3,50) e gli spettacoli (euro 7).

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo