logo san paolo
mercoledì 22 settembre 2021
 
Lirica
 

Ma il Trittico di Puccini è un affare fra donne

02/08/2014  Al festival di Torre del Lago va in scena l'opera del maestro curata da una équipe di donne, vincitrici di un bando. Una bella novità in un'edizione intitolata "L'amore trafigge".

Qui sopra e in alto, scene di "Gianni Schicchi" del "Trittico Puccini" a Torre del Lago.
Qui sopra e in alto, scene di "Gianni Schicchi" del "Trittico Puccini" a Torre del Lago.

L’egemonia maschile negli allestimenti teatrali è alla fine? Pare di sì. Un gruppo di donne infatti metterà in scena il Trittico di Giacomo Puccini: il grande compositore lo avrebbe molto gradito.

Torre del Lago è il “luogo” pucciniano per eccellenza: come Parma e la sua terra lo sono per Verdi e Bayreuth lo è per Wagner. La stagione estiva di Torre del Lago (www.puccinifestival.it), con le rappresentazioni ambientate sul lago ed a due passi dalla casa-museo che Puccini tanto amava, è uno degli appuntamenti più attesi dell’estate musicale: anche in chiave di richiamo turistico.  Il Trittico, rappresentato nella sua integrità con i tre atti unici Il Tabarro, Suor Angelica e Gianni Schicchi, manca da Torre del Lago da 40 anni. L’ultima rappresentazione risale al 1974, per l’edizione del Festival che celebrava i 50 anni dalla morte del maestro.

Per questo 2014 la Fondazione Festival Pucciniano, all’interno di un progetto Puccini 2.0 che mira a valorizzare i giovani, ha deciso di proporre a partire dal 3 agosto Il Trittico così come Puccini lo aveva pensato: in una unica serata. L’ideazione del Progetto per la regia, le scene e di costumi è stata messa a bando con una selezione pubblica che ha visto 28 proposte provenienti da tutta Italia e alcune anche dall’estero. Motto  del bando era “metti dei bimbi, dei fiori, dei dolori e degli amori”: una frase tratta da una lettera di Puccini a D’Annunzio del 1912.

Ad aggiudicarselo è stata appunto una équipe di donne guidata da Monica Bernardi che ha firmato le scene: con lei Carla Conti Guglia assistente alla scenografia e ai costumi, Selene Farinelli per il progetto di regia di Il Tabarro, Vittoria Lai e Giorgia Guerra per la regia di Suor Angelica, Elena Marcelli per la regia di Gianni Schicchi e Lorena Marin per i costumi.

Un momento di "Suor Angelica", sempre del "Trittico".
Un momento di "Suor Angelica", sempre del "Trittico".

Amiche tra loro, legate da una grande passione per il teatro lirico che hanno condiviso frequentando un master di primo livello presso l’Opera Academy di Verona, le responsabili dell’allestimento del Trittico portano un’aria di novità nell’universo della lirica.

“L’amore trafigge” è del resto il titolo dell’edizione 2014 del Festival.  E l’amore per il teatro, il canto, il palcoscenico sa ancora coinvolgere i giovani: spettatori ed artisti. Diretti da Bruno Nicoli, i cantanti provenienti dall’Accademia di alto perfezionamento per voci liriche saranno gli altri volti nuovi del Trittico ritrovato.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%