logo san paolo
mercoledì 18 maggio 2022
 
Tv
 

Fiato alle trombe, torna Rischiatutto

15/02/2016  Dal 15 febbraio, con la striscia quotidiana di 10 minuti in onda alle 20.30 su Rai 3 in cui vengono mostrati i provini degli aspiranti concorrenti, torna lo storico quiz di Mike Bongiorno, condotto da Fabio Fazio.

Per ora è solo un antipasto, ma la gloriosa macchina di Rischiatutto si è rimessa in moto. Dopo 46 anni, lo storico quiz condotto da Mike Bongiorno torna su Rai 3 con Fabio Fazio. Da lunedì 15 alle 20.30 parte la striscia quotidiana Quasi quasi Rischiatutto - Prova pulsante: ogni sera, per dieci minuti, verrà mostrata una selezione dei provini degli oltre 1.600 aspiranti concorrenti realizzati in questi mesi davanti a una commissione composta da Fazio, da Ludovico Peregrini, lo storico “Signor No” di tanti quiz di Mike Bongiorno e dagli autori del programma, coadiuvati da un pool di oltre 20 esperti, fra accademici e volti noti, a seconda della materia di gara degli aspiranti concorrenti.

Diverse le materie scelte, dalla storia del rock alla Seconda guerra mondiale, dall’araldica nobiliare a Fausto Coppi, così come l’identikit degli aspiranti concorrenti, sia per età, sia per professione: si va da chi il programma l’ha visto in Tv a chi allora non era ancora nato, ”fino ad arrivare a chi la maggiore età l’ha appena compiuta. Diverse anche le professioni: dall’agricoltore all’insegnante, dall’anestesista alla casalinga. Le prime due puntate del nuovo Rischiatutto andranno in onda in prima serata su Rai 1 il 21 e il 22 aprile. Il quiz poi tornerà su Rai 3 in autunno con dieci nuove puntate, con la formula originale: tre concorrenti, un solo campione. E chissà che non si trovi un nuovo Massimo Inardi o una nuova Giuliana Longari, campioni di cultura ma soprattutto di umanità entrati nel cuore degli italiani.

I vostri commenti
3

Stai visualizzando  dei 3 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo