logo san paolo
giovedì 09 dicembre 2021
 
dossier
 

Il Papa incontra il padre della volontaria morta a Tacloban: «Che fede!»

18/01/2015  L'incontro in nunziatura a Manila: «È lei ad aver combinato questo incontro». Bergoglio è rimasto molto colpito dalla testimonianza di fede dell'uomo

Un'immagine di Kristel, la giovane volontaria morta a Tacloban
Un'immagine di Kristel, la giovane volontaria morta a Tacloban

Un incontro commovente durato circa 20 minuti. Prima della messa al Rizal Park, papa Francesco ha incontrato domenica mattina nella nunziatura il padre di Kristel Mae Padasas, la volontaria di 27 anni rimasta uccisa dalla caduta di un ponteggio d'acciaio prima dell'inizio della celebrazione all'aeroporto di Tacloban sferzato da un tifone. Il Papa ne aveva parlato, chiedendo a tutti un minuto di silenzio, all'incontro con i giovani all'università S. Tomas.

Secondo quanto riferito da padre Federico Lombardi, direttore della sala stampa vaticana, due foto d'infanzia di Kristel erano sul tavolo durante l'incontro nel quale il cardinale di Manila Tagle ha fatto da interprete. Il padre della ragazza, che era figlia unica, ha detto di essere consolato dal fatto che Kristel abbia contribuito a preparare la visita di Bergoglio e che lei, alla fine, ha combinato questo incontro con il Pontefice. Bergolio è rimasto molto colpito da questa testimonianza. E ha detto al cardinale Tagle: «Che fede! Che fede!».
«Era sorpreso, cercava di mostrare compassione e ha ricevuto lui una testimonianza...».

La ragazza collaborava con il Catholic Relief Services, un'agenzia di soccorso e di sviluppo internazionale impegnata in un progetto di assistenza per le vittime del tifone Yolanda del 2013.«La sua dedizione alle persone colpite dal tifone andava oltre il suo lavoro ufficiale con CRS», ha detto l'organizzazione in un comunicato.

Multimedia
Folla record a Manila: sette milioni di fedeli alla Messa del Papa
Correlati
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo