logo san paolo
venerdì 23 aprile 2021
 
la storia
 

Filippo ed Elisabetta, il dolore struggente della regina al capezzale dell'amatissimo consorte

26/02/2021  La sovrana continua a pregare quel Dio a cui è sempre stata devota nella speranza che il marito si riprenda. Una storia d'amore lunga e intensa, nata 82 anni fa, con una partita di tennis e una gazzosa

Elisabetta e Filippo nel 1952.
Elisabetta e Filippo nel 1952.

La Regina Elisabetta sorride serena, il filo di perle e la spilla su un bel vestito corallo, mentre guida la battaglia dei suoi sudditi contro il virus. Perché questo, per il Regno Unito, è uno sforzo bellico paragonabile soltanto a quello affrontato durante la seconda guerra mondiale, quando ogni cittadino si è mobilitato per sconfiggere il nemico. Mancava soltanto lei, la sovrana, a entusiasmare e rassicurare i milioni di britannici che, in questo momento, stanno facendo la fila in ambulatori, ospedali, stadi, tendoni allestiti in tutto il Paese. Ed Elisabetta l’ha fatto durante una chiamata Zoom con alcuni manager del servizio sanitario britannico che ha voluto ringraziare per il loro lavoro.

Il video aveva lo scopo di incoraggiare i membri delle comunità asiatiche, di origine magari pakistana o del Bangladesh, che non si fidano di quell’iniezione anche per motivi religiosi, per la paura che contenga prodotti animali proibiti dall’Islam. “Non vaccinarsi è egoismo”, ha detto la Regina, “’è importante pensare anche agli altri e non soltanto a noi stessi. La mia iniezione è stata rapidissima e non mi ha fatto alcun male. Una volta che sei vaccinato ti senti protetto che, penso, sia molto importante”. Il sorriso della sovrana è ampio, rassicurante, coinvolgente. Colpisce che Elisabetta reagisca cosi mentre in ospedale il suo compagno di una vita – settantatrè lunghi anni di matrimonio – lotta contro un’infezione, non legata al Covid, che potrebbe togliergli la vita.

Buckingham palace ha confermato che, per ora, il principe Filippo rimarrà per un secondo fine settimana alla clinica “King Edward VII”, il periodo più lungo che il principe, 99 anni già compiuti, abbia trascorso in ospedale. La Regina starà pregando quel Dio al quale è sempre stata devotissima, mentre rischia di mancarle la persona più cara. Quel compagno di una vita che lei stessa ha definito “la mia forza e il mio punto di approdo” in occasione dei cinquant’anni del matrimonio. È stata Elisabetta II, più volte, a raccontare di aver ancorato in Dio la propria vita descrivendo la fede come il suo punto di approdo più sicuro.

“Ogni giorno è un nuovo inizio e so che l’unico modo di viverlo al meglio è dare tutta me stessa, fidandomi completamente di Dio”, ha detto qualche anno fa. E, nel suo ultimo messaggio natalizio, lo scorso dicembre, ha parlato “degli insegnamenti di Cristo che sono sempre serviti come la mia luce interna, come lo scopo stesso della mia vita”. Un cristianesimo convinto che il marito ha sempre condiviso nella funzione domenicale in chiesa alla quale la sovrana non manca mai. Si tratti di saint George a Windsor, della chiesetta di Sandringham o anche di Crathie Kirk a Balmoral.

Una coppia insieme molto tradizionale e molto moderna Elisabetta e Filippo. La stampa britannica ricorda come i due decisero, negli anni cinquanta, di far vaccinare i figli Carlo e Anna contro la poliomelite per convincere centinaia di altri genitori inglesi, spaventati dalla notizia delle morti provocate dal nuovo farmaco negli Stati Uniti. Certo la fede cristiana li sosterrà se il principe non dovesse sopravvivere al suo ricovero in ospedale. Anche Filippo, come Elisabetta, battezzato nella Chiesa ortodossa e diventato anglicano soltanto al momento del matrimonio, ha parlato più volte di religione e dedicato all’argomento anche alcuni saggi di teologia. Commovente che il duca di Edimburgo abbia deciso di farsi seppellire a Frogmore gardens, un luogo caro alla coppia, proprio dove si trovano le tombe di altri due reali, la regina Vittoria e il marito principe Alberto, legati anche loro da un fortissimo amore.

Filippo ha organizzato in ogni particolare il suo funerale che ha voluto, però, in forma privata, una formula che potrebbe essere ridotta al minimo se il principe mancasse in questi giorni quando il Covid è ancora molto diffuso.Per Elisabetta l’ultimo saluto ha un nome in codice, “London Bridge is down” mentre per Filippo tanta segretezza non è necessaria. Le bandiere saranno a mezz’asta nelle caserme e nei palazzi più importanti ma a fermarsi non sarà l’intero Paese come capiterà quando a morire sarà la sovrana. La Regina smetterà di lavorare per otto giorni quando mancherà il marito fermando, così, l’intera attività legislativa del Paese. Poi rimarrà in lutto per altri trenta. Ed è già stato annunciato che, senza Filippo, la sovrana ridurrà ulteriormente gli impegni ufficiali.

Chissà forse quel bel sorriso di oggi per qualche giorno si spegnerà perché sul rapporto con Filippo, cominciato con un gioco di tennis e una gazzosa, quando Elisabetta aveva appena tredici anni e lui diciotto, la sovrana ha costruito una vita. Certo ricorderà quel poema che consegnò, sempre tredicenne, al padre re Giorgio V perché lo leggesse a una nazione che, stremata dalla prima guerra mondiale, si preparava ad affrontare la seconda. “Ho chiesto all’uomo che stava sulla soglia del nuovo anno: ”Dammi una luce che mi faccia camminare al sicuro in un territorio sconosciuto”. E mi rispose: “Esci nel buio e metti la tua mano in quella di Dio. Sarà meglio per te della stessa luce e più sicura di una via conosciuta”.

 

 

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%
PAROLA E PREGHIERA
€ 33,60 € 33,50
VITA PASTORALE
€ 29,00
GAZZETTA D'ALBA
€ 62,40 € 53,90 - 14%