Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
mercoledì 24 aprile 2024
 
dossier
 

Fondazioni, che cosa sono, perché fanno discutere

03/04/2015  Le Fondazioni politiche sono in crescita, hanno finalità culturale, ma sono anche un veicolo di finanziamento privato alla politica. Spesso però la trasparenza è protetta dalla privacy.

Le fondazioni sono enti privati senza scopo di lucro, regolati dal Codice civile come personalità giuridiche, che nascono per realizzare una finalità (solitamente altruistica, culturale o sociale) del fondatore. Si costituiscono per atto pubblico o per testamento. Devono avere un atto costitutivo, uno statuto, un nome, una sede e indicare lo scopo del patrimonio e norme sull’ordinamento e l’amministrazione.  Hanno scopi molto diversi tra loro, possono essere create da privati o da imprese che spesso le adoperano per veicolare progetti sfondo sociale.

CHE C'ENTRANO CON LA POLITICA?

Nel mondo politico nascono con lo scopo dichiarato di far circolare idee – il cosiddetto think tank – promuovendo attività politica, culturale, formativa: convegni, riviste, attività di ricerca. Non esiste un’anagrafe pubblica, perciò non è chiaro quante siano.

Da quando nel 2014 è stato abolito il finanziamento pubblico ai partiti, le fondazioni costituiscono uno strumento per raccogliere finanziamento privato a sostegno dell’attività politica. E godono di agevolazioni fiscali e di un regime meno vincolato rispetto alle società per azioni e agli enti pubblici. A differenza dei partiti possono accedere a finanziamenti provenienti da imprese pubbliche e al 5 per mille preclusi ai partiti.

QUALI PROBLEMI PONGONO?

  

Uno dei problemi che si pone, anche alla luce delle inchieste e delle preoccupazioni espresse dal presidente dell’Autorità anticorruzione Raffaele Cantone, riguarda la chiarezza dei finanziamenti: spesso le informazioni relative alla provenienza dei fondi vengono, infatti, con le norme attuali, protette in nome della privacy, a scapito della trasparenza. 

Multimedia
L'Aquila com'è oggi
Correlati
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo