Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 27 maggio 2024
 
A milano
 

Il Forum del Cibo dà voce ai giovani per promuovere la sostenibilità

03/05/2023  Dall’8 al 13 maggio in programma oltre trenta eventi dedicati alla politica del cibo, per promuovere un sistema alimentare sano e sostenibile. La vicesindaco Anna Scavuzzo: «Lanciata nel 2015 dal Comune di Milano in collaborazione con la Fondazione Cariplo, la Food Policy è oggi una delle politiche urbane più innovative a livello internazionale e cresce grazie al coinvolgimento sempre più consapevole di cittadini, associazioni, enti e istituzioni, scuole, privati, università e Terzo Settore»

Giustizia sociale, inclusione e sostenibilità ambientale passano anche attraverso il cibo. Ne è convinto il Comune di Milano, che da Expo 2015 in avanti, ha posto grande attenzione alla politica alimentare, diventando un modello su scala internazionale. E rinnova la sua vocazione di città capofila, attenta alle istanze delle nuove generazioni, lanciando il Forum del Cibo. Prima nel suo genere, l’iniziativa andrà in scena in modo diffuso in tutta la città dall’8 al13 maggio.

Una settimana aperta alla comunità, con oltre 30 momenti di confronto, che punta a superare i confini locali e guarda al futuro della città e dei suoi abitanti con eventi, incontri, aperture degli hub di quartiere, street actions, attività didattiche e nelle mense scolastiche, organizzata dall'Area Food Policy del Comune di Milano.

Insieme all’amministrazione, ci saranno anche i partner del terzo settore, i privati, le università, le istituzioni, le società partecipate e le fondazioni che negli anni hanno dato il loro prezioso contributo alla crescita dei progetti della Food Policy, a partire da Fondazione Cariplo che fin dalla sua ideazione, supporta il Comune di Milano in tante azioni specifiche. Grande spazio avranno i ragazzi delle scuole e i giovani universitari che presenteranno progetti di sensibilizzazione sull’importanza di un’alimentazione sana come strumento per rendere le città più sostenibili, vicine a chi ha più bisogno, attrattive e collegate tra loro nello scambio e nella costruzione di buone pratiche. Il tutto attraverso linguaggi innovativi, arte e creatività che possano incentivare stili di vita inclusivi e rispettosi dell’ambiente.

Per questo il Forum del Cibo si aprirà lunedì 8 maggio in Fondazione Feltrinelli proprio con le ragazze e i ragazzi milanesi che hanno preso parte alla community del progetto, finanziato dalla Commissione Europea Food Wave, in un dialogo tra giovani e istituzioni, cuore dell’azione di promozione delle politiche del cibo del Comune di Milano. Food Wave è già attivo in 17 Paesi, 21 città e con 30 partner nel mondo con l’obiettivo di creare una nuova alleanza tra sindaci e nuove generazioni attraverso iniziative di agricoltura urbana, city gardening e scuole di attivismo.

Con lo stesso spirito di apertura alla città, sempre nel pomeriggio di lunedì si riunirà in seduta straordinaria il Consiglio comunale durante il quale interverrà l'Inviato Speciale per la Sicurezza Alimentare del Ministero degli Esteri che porterà un contributo di grande rilievo sull’azione strategica promossa a livello governativo con un accento particolare sulla collaborazione con il Milan Urban Food Policy Pact e il Comune di Milano.

A proposito di giovani, oltre all'evento di apertura, il Forum prevede anche un momento di approfondimento con le Università milanesi per raccontare gli strumenti e le modalità di comunicazione e divulgazione di politiche alimentari sostenibili in ambito universitario. Molti i fili intrecciati che formano una trama, quella della politica alimentare, portata avanti dal Comune di Milano, che ha preso vita a partire da Expo 2015 e che è rimasta come sua eredità, crescendo e sviluppandosi al di fuori dei confini cittadini anche grazie al Milan Urban Food Policy Pact, oggi sottoscritto da 260 città di tutto il mondo e che impegna i sindaci a lavorare per rendere sostenibili i sistemi alimentari, garantire cibo sano e accessibile a tutti, preservare la biodiversità, lottare contro lo spreco.

“Lanciata nel 2015 dal Comune di Milano in collaborazione con la Fondazione Cariplo, la Food Policy è oggi una delle politiche urbane più innovative a livello internazionale e cresce grazie al coinvolgimento sempre più consapevole di cittadini, associazioni, enti e istituzioni, scuole, settore privato, università e Terzo Settore - sottolinea la vicesindaco con delega alla Food Policy Anna Scavuzzo -. Organizzare il primo il primo ‘Forum del cibo’ rappresenta quindi per noi sia un momento di restituzione alla città dei tanti e importanti risultati raggiunti, sia l’occasione per confrontarci sul futuro e sui progetti da sviluppare insieme ai nostri partner. Perché la Food Policy di Milano possa crescere grazie al contributo della città tutta”.

Anna Scavuzzo, vicesindaco di Milano, all'8° Forum Globale del Milan Urban Food Policy Pact di Rio de Janeiro, Brasile del 17 ottobre scorso (Ansa)

Nella settimana del Forum del Cibo si parlerà quindi del rapporto tra Milano e le altre città, ma anche e soprattutto delle tante azioni che negli anni sono state sviluppate e portate avanti a Milano: i progetti nelle scuole e nelle mense scolastiche e universitarie, gli Hub di Quartiere contro lo spreco alimentare e il coinvolgimento dei tantissimi partner che hanno contribuito alla loro diffusione in tutta la città, i progetti europei come Food Wave che vedono coinvolti decine di ragazze e ragazzi nella promozione attiva e ‘pop’ di stili di vita sani e sostenibili.

A questo si aggiungono anche gli eventi internazionali promossi dal progetto Horizon Food Trails di cui Milano è capofila - come l’incontro sulla finanza di impatto e il Matchmaking Day che collega istituzioni locali, attori del sistema alimentare e investitori con le migliori start-up e PMI per rispondere alle sfide del sistema alimentare europeo - e le attività didattiche del Progetto Horizon School Food 4 Change.

Dall’8 al13 maggio saranno molti gli eventi diffusi che coinvolgeranno anche le scuole grazie al contributo di Milano Ristorazione: dall’iniziativa ‘Un cuoco per amico’ con le visite a 223 scuole dei cuochi e delle cuoche di Milano Ristorazione che incontreranno durante l’ora del pranzo i piccoli per rispondere alle loro domande, alla consegna di oltre 70.000 copie di ‘Milano mangia locale’, il libretto in cui, Comune di Milano e Milano Ristorazione raccontano ai piccoli e alle loro famiglie le filiere dei prodotti dei menù scolastici per un cibo sano e sostenibile e insieme il patrimonio naturale e agricolo che caratterizza la città.

Con una sorpresa: a partire dalla giornata dell’8 maggio, per celebrare il valore della tradizione alimentare meneghina, verrà servito in tutte le scuole come dessert il Pan de Mej, antico dolce aromatizzato con fiori di sambuco essiccati, la cui ricetta ha subìto negli anni una lunga evoluzione e le cui origini risalgono alle celebrazioni degli accordi che venivano stipulati nel XIX secolo tra mandriani e lattai. I temi del cibo sano e sostenibile per tutti e della riduzione dello spreco, previsti come priorità della Food Policy milanese, saranno affidati a due distinti eventi attraverso il racconto dell’esperienza degli Hub di Quartiere e dei significativi risultati ottenuti nel corso del tempo con la loro crescita e il loro sviluppo e di quella del Dispositivo di aiuto alimentare messo in campo dal Comune di Milano in collaborazione con partner del terzo settore e fondazioni.

Il programma completo degli eventi è consultabile qui: https://foodpolicymilano.org/forum-del-cibo/

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo