Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
giovedì 13 giugno 2024
 
podcast
 

«Spero e prego che si fermi questa guerra, noi credenti dobbiamo agire»

04/03/2022  «In Russia le cose si complicheranno per il costo economico della guerra e per le perdite di vite umane. Andiamo verso tempi non facili. Se non ci si ferma in tempo le conseguenze possono essere disastrose. Noi credenti dobbiamo fare qualcosa». Padre Giovanni Guaita, 59 anni, sacerdote della Chiesa ortodossa russa, racconta a Famiglia Cristiana come a Mosca si sta vivendo la guerra in Ucraina. Guaita, sardo originario di Iglesias, laureato in Svizzera, vive in Russia dal 1985. Ordinato nella chiesa ortodossa russa, esercita il suo ministero presso la chiesa dei Santi Cosma e Damiano di Mosca

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo