Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
domenica 23 giugno 2024
 
 

Gli immigrati danzano l'"Eneide"

15/12/2010  Un originale progetto artistico-educativo ha coinvolto ragazzi di diversa provenienza del quartiere Esquilino di Roma per allestire una versione hip hop del capolavoro di Virgilio.

Metti insieme l'Eneide, l'immortale capolavoro di Virigilio; l'hip hop, ovvero la musica del momento; danza e teatro; un progetto educativo che ha coinvolto ragazzi di diversa provenienza... Cosa ne verrà fuori? Aeneas, un'epopea hip hop, in scena al Teatro palladium di Roma giovedì 16 dicembre alle 20.30. Giovani con culture diverse hanno testimoniato come le contaminazioni, tra mondi che appaiono lontani, possono creare sinergie positive, valorizzando le differenze come una ricchezza.

Aeneas è uno spettacolo multimediale promosso dal Cies (Centro informazione ed educazione allo sviluppo) con la regia di Angela Cozza, che raccoglie i frutti di un percorso di formazione artistico-pedagogica, durato più di un anno, nell'ambito di un progetto per l'integrazione degli immigrati. Sono stati realizzati interventi di unità di strada nel quartiere Esquilino di Roma, laboratori di teatro, attività integrate di lettura, danza e composizione musicale, aventi tutti come tema conduttore la trasposizione scenica del testo virgiliano.

Il lavoro nasce da una mescolanza originale fra le danze urbane dei danzatori della Stazione Termini, le musiche dal vivo di Stefano saletti e la recitazione dei versi dei ragazzi del Centro di aggregazione giovanile MaTeMù. La serata è finalizzata alla raccolta di fondi per il sostentamento di questo centro.

E' necessario prenotarsi telefonando allo 06/77.26.46.11. Lo spettacolo è stato pensato per essere replicato nelle scuole, in forza dei contenuti che invitano a rifletttere sulla convivenza fra culture diverse.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo