logo san paolo
venerdì 03 dicembre 2021
 
AGESCI
 

Francesco agli scout: «Costruite ponti»

13/06/2015  Il Papa è arrivato poco dopo le 11 in una piazza San Pietro che s'è andata riempiendo a partire dalla notte fino ad accogliere circa 100 mila persone: lupetti e coccinelle, esploratori e guide, rover e scolte, capi, adulti. Jorge Mario Bergoglio ha spronato l'associazione e i suoi aderenti a coltivare «una nuova capacità di dialogo», costruendo «ponti in questa società dove c’è l’abitudine di fare muri».

Roma, sabato 13 giugno: l'incontro degli scout con papa Francesco in piazza San Pietro. Foto Ansa.
Roma, sabato 13 giugno: l'incontro degli scout con papa Francesco in piazza San Pietro. Foto Ansa.

Circa centomila scout dell'Agesci hanno festeggiato papa Francesco che attorno alle 11,15 è arrivato in una piazza San Pietro riempitasi a partire dalle prime ore delle notte:  lupetti e coccinelle, esploratori e guide, rover e scolte, capi, adulti, giunti da un po' tutta Italia. Al di là del discorso scritto, Bergoglio ha parlato anche a braccio: «Mi raccomando: capacità di dialogo; fare ponti; fare ponti in questa società, dove c’è l’abitudine di fare muri. Voi fate ponti, per favore! E col dialogo, fate ponti», avendo la consapevolezza che ciò «può avvenire solo a una condizione: che i singoli gruppi non perdano il contatto con la parrocchia del luogo, dove hanno la loro sede, ma che in molti casi non frequentano, perché, pur svolgendo là il loro servizio, provengono da altre zone». Siete chiamati, ha insistito Francesco, «a trovare il modo di integrarvi nella pastorale della Chiesa particolare, stabilendo rapporti di stima e collaborazione ad ogni livello e con i vostri vescovi, con i parroci e gli altri sacerdoti, con gli educatori e i membri delle altre associazioni ecclesiali presenti in parrocchia e nello stesso territorio, e non accontentarvi di una presenza ‘decorativa’ alla domenica o nelle grandi circostanze», così come altre esperienze Agesci, ha concluso, già vivono con frutto.


Il Pontefice era reduce da un incontro con il Csm. Contro la "espansione della criminalità, nelle sue espressioni economiche e finanziarie" e contro la "piaga delle corruzione", le "istituzioni sono chiamate a recuperare una strategia di lungo respiro, orientata alla promozione della persona umana e alla pacifica convivenza", ha detto il Papa al Consiglio superiore della magistratura.


Roma, sabato 13 giugno: l'incontro degli scout con papa Francesco in piazza San Pietro. Foto tratta dal sito ufficiale dell'Agesci (come anche la prima, in alto, sopra il titolo).
Roma, sabato 13 giugno: l'incontro degli scout con papa Francesco in piazza San Pietro. Foto tratta dal sito ufficiale dell'Agesci (come anche la prima, in alto, sopra il titolo).


La globalizzazione - ha aggiunto parlando della complessità della giurisdizione - "porta con sé anche aspetti di possibile confusione e disorientamento, come quando diventa veicolo per introdurre usanze, concezioni, persino norme, estranee ad un tessuto sociale con conseguente deterioramento delle radici culturali di realtà che vanno invece rispettate; e ciò per effetto di tendenze appartenenti ad altre culture, economicamente sviluppate ma eticamente indebolite".

Multimedia
Il Papa e 100 mila scout
Correlati
I vostri commenti
7

Stai visualizzando  dei 7 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo