Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
giovedì 30 maggio 2024
 
 

Clint, burbero dal cuore d'oro

16/04/2010  Eastwood dirige e interpreta Gran Torino, un toccante invito alla comprensione degli altri

Clint Eastwood in una scena di Gran Torino
Clint Eastwood in una scena di Gran Torino

Il burbero e intollerante Walt Kowalski (Clint Eastwood) impara a conoscere i vicini asiatici attraverso il giovane Theo. Rimasto vedovo e segnato dalle proprie esperienze di guerra in Corea, Kowalski (un nome non scelto a caso, ma che richiama il brutale protagonista di "Un tram chiamato desiderio") è profondamente razzista. Ma quando scopre nei giovani figli dei vicini di casa coreani i principi ormai perduti tra i ragazzi americani, l'uomo si ricrede. Clint Eastwood, per l'ultima volta anche nelle vesti d'attore, aggiunge un altro tassello ricco di palpitante umanità e compassione ai suoi ritratti della società americana, lanciando anche, a differenza di altre pellicole più cupe come Mystic River e Million Dollar Baby un forte e mai retorico messaggio di speranza.

Giudizio critico: ottimo
Pubblico: minori solo con adulti

Venerdì 16, ore 21.00, Premium Cinema

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo