logo san paolo
mercoledì 08 dicembre 2021
 
dossier
 

Greenaccord: «Sentinelle del Creato in ogni parrocchia»

19/06/2015  La proposta è dell'associazione Greenaccord, durante l'XI Forum dell'Informazione cattolica per la Custodia del Creato, al via il 19 giugno all’Aquila. «Potrebbero sensibilizzare ai comportamenti utili in favore dell'ambiente. E sarebbe una risposta concreta alle riflessioni e agli appelli che Papa Francesco ha inserito nella nuova Enciclica», spiega il presidente Alfonso Cauteruccio.

E se in ciascuna delle 25 mila parrocchie italiane ci fossero almeno due o tre "sentinelle del Creato" capaci di sensibilizzare i fedeli nei comportamenti necessari nei confronti dell'ambiente e capaci di contrastare le violenze contro il Creato? Non sarebbe un modo concreto per stare accanto a papa Francesco nel suo difficile magistero per la tutela delle risorse naturali?

Proviene da Greenaccord, associazione culturale di area cattolica, da molti anni impegnata proprio sulle frontiere ambientali, una provocazione finalizzata a raccogliere l'appello “verde” del Pontefice e della sua enciclica. «Queste “sentinelle” dovrebbero essere “antenne sul territorio», sottolinea il presidente Alfonso Cauteruccio, «persone vigili, preparate e attente, capaci di intervenire in modo libero, con il coraggio che può derivare dalla fede, in termini di educazione e di prevenzione, interpretando nei singoli territori le linee d'azione indicate da papa Francesco».

Un momento dell'XI Forum dell'Informazione Cattolica, in svolgimento all'Aquila dal 19 al 21 giugno. In copertina: il presidente di Greenaccord Alfonso Cauteruccio.
Un momento dell'XI Forum dell'Informazione Cattolica, in svolgimento all'Aquila dal 19 al 21 giugno. In copertina: il presidente di Greenaccord Alfonso Cauteruccio.

"Dobbiamo rendere il nostro passaggio sulla terra lieve"

L'obiettivo dell'iniziativa è di dare seguito alle parole coraggiose che il Pontefice ha inserito nell'Enciclica “Laudato si'” promulgata ufficialmente ieri. «Ci ha messo a disposizione un documento prezioso e strutturato», osserva Cauteruccio. «Parlando di “cura della casa comune”, papa Francesco ci dice che bisogna essere attivi, previdenti, soprattutto nei nostri piccoli gesti quotidiani. Dobbiamo rendere il nostro passaggio sulla terra lieve, senza lasciare strascichi per il futuro. Le decisioni politiche devono rendere conto di questi insegnamenti e del tema della sostenibilità».

La proposta ha subito incontrato un primo apprezzamento dal cardinale Francesco Coccopalmerio. Inaugurando l'XI Forum nazionale di Greenaccord, in svolgimento nella martoriata L'Aquila, proprio nei giorni immediatamente successivi alla presentazione ufficiale dell'enciclica e dedicato al rapporto fra cibo, ambiente, migrazioni e povertà, il cardinale ha speso parole favorevoli all’idea delle “Sentinelle del Creato” («creerebbe certo fenomeni di fermento e di dibattito», ha detto) augurandosi che «venga accolta e pienamente realizzata».

Multimedia
Forum di Greenaccord, "Non serve più cibo, serve meno povertà"
Correlati
I vostri commenti
4

Stai visualizzando  dei 4 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo