Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 20 maggio 2024
 
 

Guccione, il pittore che ama il Mediterraneo

18/03/2011  Palermo rende omaggio all'artista siciliano, poeta dei colori e della luce. In mostra "Il transatllantico dei senatori", da Palazzo Madama, e due splendide pale sacre.

   Dopo una lunga attesa, l’esposizione delle opere monumentali del pittore siciliano Piero Guccione arricchisce il piano nobile di Palazzo Sant’Elia, situato nella storica Via Maqueda di Palermo. Per la prima volta, infatti, gli studi preparatori e le più importanti realizzazioni pubbliche di Guccione sono raccolte in un’interessante mostra (visitabile fino al 10 aprile), che rappresenta il giusto omaggio nei confronti di uno dei più celebri pittori siciliani.

   Originario di Scicli, in provincia di Ragusa, Piero Guccione è innamorato del Mar Mediterraneo, luogo di incontro tra popoli, culture e religioni differenti. Il suo stile è caratterizzato dalla particolare attenzione per i paesaggi, per i colori e per la luce. Nato nel 1935, l'artista  si avvicina al mondo dell’arte negli anni della polemica rovente tra realismo e astrattismo. Dopo una lunga fase “figurativo-realista” (risalente agli anni Sessanta e Settanta), Guccione propone un naturalismo fondato su una grande sensibilità per i colori, criticando gli eccessi dell’iper-realismo.

   Tra i suoi maestri e punti di riferimento di tutti i tempi, figurano Renato Guttuso e i pittori neorealisti come Attardi e Vespignani. Tra le opere esposte a Palermo, spicca il celebre Transatlantico dei senatori, il grande olio commissionato dall’ex presidente del Senato, Marcello Pera, e ospitato nel Salone Garibaldi di Palazzo Madama. Un’altra attrazione della mostra è costituita dalle due splendide pale sacre che adornano la Cappella del Battistero della Basilica romana di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri (la Chiesa ufficiale dello Stato italiano). Secondo Antonio Paolucci, direttore dei Musei Vaticani, le due opere del pittore di Scicli sono «un vero e proprio capolavoro del nostro secolo». Notevole interesse, poi, destano non soltanto gli ingrandimenti dei luoghi nei quali Guccione dipinge, ma anche le rappresentazioni dell’artista in compagnia di amici e conoscenti.

   La mostra Piero Guccione - Le opere monumentali (organizzata dalla casa editrice Il Cigno, promossa dalla Provincia regionale di Palermo e realizzata con il contributo della Fondazione Roma mediterranea) è curata dal critico Francesco Gallo Mazzeo e da Mario Ursino.

Piero Guccione- Le opere monumentali
Palazzo Sant’Elia. Via Maqueda, Palermo
Orari di apertura (fino al 10 aprile): da martedì a sabato 9,30-13 / 16-19,30 domenica e festivi 9,30 – 13, lunedì chiuso. Ingresso gratuito
Info: tel. 091/66.28.289.
Catalogo Il cigno

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo