logo san paolo
martedì 07 dicembre 2021
 
 

I diritti (sconosciuti) dei consumatori

18/05/2011  Check up Diritti è l’iniziativa finanziata dal ministero dello Sviluppo economico per far conoscere ai cittadini le leggi che li tutelano

Il 93% degli italiani riceve a casa telefonate di compagnie telefoniche che propongono nuovi contratti o aziende che promuovono i loro prodotti. Molti se ne lamentano, ma il 60% non conosce il Registro pubblico delle opposizioni. Questo è solo uno dei dati che emerge dalla ricerca Ipsos, condotta per Altroconsumo su un campione di 400 persone sopra i 16 anni, presentata a Milano dalle quattro associazioni dei consumatori che fanno parte del progetto “Check up Diritti” (oltre ad Altroconsumo, anche Acu, Casa del consumatore e Codici). Finanziata dal ministero dello Sviluppo economico, l’iniziativa si svilupperà per un anno su tutto il territorio italiano per far conoscere ai cittadini le normative e gli strumenti  a loro disposizione per far valere i loro diritti in cinque ambiti: pratiche commerciali scorrette, telemarketing, servizi turistici, credito al consumo e vendita a distanza dei servizi finanziari, garanzie post-vendita.

La ricerca. Dall’indagine condotta da Ipsos emerge come spesso la legge sia dalla parte del consumatore, ma lui non lo sappia. «Il cittadino informato riesce a muoversi meglio in un mercato ampio – spiega Andrea Alemanno di Ipsos Pubblic affairs – eppure dalle nostre interviste abbiamo visto come su molti temi non esiste abbastanza consapevolezza e, soprattutto, come spesso si preferisca sopportare certe pratiche scorrette piuttosto che combatterle».  Il 54% degli intervistati non conosce il nuovo codice del turismo che, tra le novità più importanti, riconosce pari doveri e responsabilità alle agenzie di viaggio tradizionali e on line. Poco conosciuto anche il credito al consumo: gli italiani, che in genere si indebitano solo con il mutuo, non sono consapevoli di cosa siano Tan e Taeg e come funziona una carta revolving (il 5% degli intervistati ne ha ricevuta una a casa senza mai averla richiesta).

Le iniziative. Tra le iniziative delle associazioni dei consumatori c’è l’attivazione di un apposito sito internet (www.checkupdiritti.it) dove, attraverso schede e video, si spiegano quali sono le autorità competenti per risolvere i problemi dei consumatori, indicando numeri verdi, indirizzi e fornendo anche qualche spiegazione pratica. Sempre sul sito è possibile trovare le date delle tappe del Tour dei diritti: un viaggio per le città italiane di un esperto di tutela del consumatore per rispondere alle domande dei cittadini.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo