logo san paolo
lunedì 20 settembre 2021
 
Contro l'epidemia
 

I vescovi del Brasile: non si ricorra all'aborto per il virus Zika

06/02/2016  Il virus trasmesso dalla zanzara si sta diffondendo rapidamente. L'Onu invita a ricorrere alla contraccezione e all'aborto per evitare che si trasmetta al feto, ma i vescovi brasiliani ammoniscono che la malattia può essere debellata.

Il virus Zika trasmesso dalla zanzara Aedes Aegypti si sta rapidamente diffondendo, colpendo non solo l'America Latina, ma è sempre il Brasile il Paese con il maggior numero di casi: oltre 1 milione e mezzo.

Tre i morti a causa del virus in Colombia, mentre è stata decretata l’emergenza sanitaria a Porto Rico. Tre casi di infezione anche negli Usa, nove in Italia, tutte persone arrivate da viaggi in Paesi a rischio e tutti guariti.

Dall'Onu intanto arriva un appello agli Stati affinché contraccezione e aborto siano messi a disposizione delle donne nelle zone colpite per evitare il rischio di trasmissione del virus al feto, potenzialmente pericolosa.

Fermo il no da parte dei vescovi brasiliani al ricorso all’aborto: "Con un grande sforzo collettivo saremo in grado di battere queste malattie", scrivono in un messaggio in cui auspicano che, attestata la probabile connessione con casi di microcefalia, le informazioni su questa malattia non portino al panico.

Secondo il Ministero della Salute brasiliano sono 404 i casi di bambini nati con microcefalia per ora registrati. Per l’Oms non è stata ancora stabilita una relazione tra l’infezione da Zika e i casi di malformazioni alla nascita nei bambini, anche se il sospetto rimane forte.

I vostri commenti
2
scrivi

Stai visualizzando  dei 2 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%