logo san paolo
giovedì 21 ottobre 2021
 
Offesa ai credenti
 

Il cardinal Caffarra: «La confessione non è uno scoop»

12/03/2015  Una giornalista del Quotidiano Nazionale ha fatto finta di confessarsi proponendo, di volta in volta, temi sensibili ai sacerdoti di turno. Una sorta di viaggio nei confessionali italiani. Ma l'arcivescovo di Bologna ribadisce la gravità spirituale del gesto.

“Con l’animo ferito da profondo dolore”. E’ accorata la nota con cui l’arcivescovo di Bologna cardinale Carlo Caffarra, anche a nome dei vescovi dell’Emilia Romagna, protesta contro la pubblicazione di un’inchiesta in quattro puntate di QN- Quotidiano nazionale, la testata giornalistica che riunisce Il Resto del Carlino, storico quotidiano bolognese, il Giorno e la Nazione.  L’inchiesta, dal titolo già pruriginoso, Peccatori e peccati, si configura come un viaggio all’interno dei confessionali che tasta il polso ai sacerdoti di oggi. Peccato che lo faccia con l’inganno e violando un sacramento.

Un’inviata del giornale, infatti, ovviamente senza qualificarsi,  ha fatto finta di confessarsi proponendo, di volta in volta, temi sensibili ai sacerdoti di turno,  per “scoprire quanto il clero corrisponda oggi al sentimento di papa Francesco”, come ha spiegato il direttore di QN, Andrea Cangini.

Parole che ovviamente non giustificano minimamente un’azione così grave, peraltro ripetuta più volte dalla sua giornalista. “Padre, sono lesbica e voglio battezzare mia figlia. Cosa devo fare? Mi sono innamorata di un’altra donna e mi sento respinta nella mia comunità. Commetto peccato?Sono divorziata e ho un nuovo compagno ma faccio ugualmente la Comunione. E’ grave?”. Questi i temi proposti alla buona fede dei confessori di turno, che nei giorni successivi si sono poi letti sulle pagine del quotidiano.


Tali servizi configurano oggettivamente una grave offesa alla verità di un Sacramento della fede cristiana, la Confessione”, spiega Caffarra ribadendo il suo sgomento.  Inoltre costituiscono “ una grave mancanza di rispetto verso i credenti, che vi ricorrono come a un bene tra i più preziosi perché dischiude loro i doni della Misericordia di Dio e verso i sacerdoti confessori in quanto, esponendoli al dubbio di un possibile inganno, ne inficiano la libertà del giudizio, che è fondata sul rapporto fiduciario col penitente, come tra padre e figlio”.

Se sul suo sito il giornalista Franco Abruzzo fa notare come questo comportamento, a suo avviso, costituisca una precisa violazione alle regole della deontologia professionale, l’arcivescovo di Bologna conclude la sua nota ribadendone la gravità spirituale. La violazione della confessione infatti rientra tra i delitti più gravi a norma del motu proprio di Benedetto XVI, “Inter graviora delicta”.

I vostri commenti
17
scrivi

Stai visualizzando  dei 17 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%