logo san paolo
mercoledì 25 maggio 2022
 
chiesa
 

Il cardinale Tagle: «C'è un silenzio che urla e ci spinge ad agire»

08/05/2022  Così il prefetto della Congregazione per l'Evangelizzazione dei popoli, riferendosi alla crisi ucraina, al Santuario della Madonna del Silenzio di Avezzano. L'omaggio a Maria: «Lei ci insegna quanto sia preziosa la presenza materna. Sono le madri che trasmettono i valori dell’amore e della fratellanza senza confini. Le mamme ci donano questo senza parlare, con i fatti, a volte offrendo anche la loro vita per i figli».

Il cardinale Luis Antonio Tagle.
Il cardinale Luis Antonio Tagle.

«C’è il silenzio di chi prega, c’è il silenzio di chi contempla, ma c’è anche il silenzio di chi è traumatizzato, come vediamo in questa situazione di grave conflitto. Ci sono persone che tacciono perché la loro voce è stata rubata. Abbiamo bisogno di spirito di discernimento per aiutare queste persone senza voce e anche di energia per dare loro una buona notizia di speranza». Lo ha detto a proposito della guerra in Ucraina il cardinale Luis Antonio Tagle, prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei popoli e presidente di Caritas Internationalis al santuario della Madonna del Silenzio di Avezzano, dov’è venuto a rendere la sua testimonianza di fede.

Ad accoglierlo il rettore padre Emiliano Antenucci che ha messo a punto una serie di iniziative per il mese di maggio e per il secondo anniversario dell’apertura del santuario.«Maria la nostra madre comune», ha aggiunto Tagle, «ci insegna quanto sia preziosa la presenza materna. Sono le madri che trasmettono i valori dell’amore e della fratellanza senza confini. Le mamme ci donano questo senza parlare, con i fatti, a volte offrendo anche la loro vita per i figli. E li mettono al mondo scegliendo di partorire, un evento gioioso, ma anche di dolore fisico e non privo di pericolo».

 

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo