logo san paolo
sabato 19 giugno 2021
 
 

Il Cavaliere resta in sella, ma...

14/12/2010  Dopo aver ottenuto la fiducia per pochi voti il pallino torna a Silvio Berlusconi. Però la Lega...

Silvio Berlusconi  ha superato le "Forche Caudine" di Camera e Senato incassando una fiducia striminzita che lascia aperti  tutti i problemi: l'ipotesi di elezioni anticipate resta al momento la più forte proprio per l'esiguità dei voti incassati  alla Camera, ma la spaccatura della nuova formazione di Gianfranco Fini sembra destinata ad allargarsi ed i segnali di pace  fra il Governo e l'Udc di Pier Ferdinando Casini, le cui previsioni di voto della vigilia erano più realistiche di quelle di Fini, lasciano aperta la partita. 
   E la partita resta aperta perché il capo del Governo intravvede la possibilità di continuare a guidare l'esecutivo. Il voto a Montecitorio è arrivato al termine di una mattinata iniziata sotto i buoni auspici per il Presidente del Consiglio che ha incassato la fiducia del Senato dove il voto era scontato alla vigilia. Ma nell'emiciclo di Montecitorio la partita era ancora aperta e le previsioni , dopo la discutibile e a tratti vergognosa campagna di acquisti condotta dagli uomini del Cavaliere,  indicavano una situazione di sostanziale parità: vittoria o sconfitta di un voto, se non addirittura il pareggio, 313 a 313. E invece a fare la differenza sono stati proprio alcuni  deputati  del nuovo partito  di Fini. Nell'aula e nelle zone circostanti  si sono viste scene da tifo calcistico mai viste prima d'ora. Tifo e scene da stadio comprensibili vista la tensione  dopo un mese di attesa  per questo voto, ma alcuni episodi hanno fatto francamente  riflettere sull'ulteriore caduta di stile di questo Parlamento. Una su tutte: quando i deputati  che avevano cambiato campo  venivano accompagnati in una saletta accanto l'Aula di aontecitorio dove Berlusconi  si era appartato in attesa dell'esito finale: omaggio  al nuovo Capo e ringraziamento.
   Ogni nuovo acquisto veniva accompagnato da un deputato del Pdl diverso che segnalava così il proprio contributo al nuovo arrivo. Ora la parola torna alla politica. Due voti non bastano a governare, ma il pallino torna in mano a Berlusconi sia che voglia andare alle urne come vuole Bossi, sia che voglia  imbarcare Casini e l'Udc, che già dalla vigilia hanno dato chiara mostra di non voler essere travolti da un eventuale voto negativo; sia che voglia  guadagnare altri deputati dello schieramento finiano approfittando dello smottamento di oggi.
   Una  circostanza appare in ogni caso chiara: se l'arrivo di nuovi soci di maggioranza, Casini in testa, non muterà l'asse Berlusconi-Bossi su cui si sono retti i governi di centrodestra e di cui Fini  e lo stesso leader dell'Udc hanno finito per fare i comprimari, la legislatura proseguirà. Se invece  Berlusconi dovesse  cedere troppo ai nuovi arrivi per continuare a governare, sarà lo stesso Bossi  a virare verso altre direzioni.

I vostri commenti
9
scrivi

Stai visualizzando  dei 9 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%
    PAROLA E PREGHIERA
    € 33,60 € 33,50
    VITA PASTORALE
    € 29,00
    GAZZETTA D'ALBA
    € 62,40 € 53,90 - 14%