logo san paolo
giovedì 27 gennaio 2022
 
 

Il figlio infelice dell'Avvocato

23/09/2010  La storia siamo noi ricostruisce la tragica vicenda di Edoardo Agnelli

Il 15 novembre 2000, a 46 anni, muore Edoardo Agnelli, unico figlio maschio dell’Avvocato Gianni Agnelli. La sua tragica vicenda è ricostruita nel documentario "Edoardo Agnelli-L'ultimo volo" di Alberto D’Onofrio e Alessandra Ugolini, presentato nella serie “La storia siamo noi" condotta da Giovanni Minoli. Un figlio tormentato e fragile, che doveva essere l’erede apparente di un impero e al quale, invece, il padre aveva preferito il nipote Giovanni Alberto, “Giovannino”, morto anche lui a soli 33 anni.

È una tragedia che lascia tutti sgomenti. L’ipotesi ufficiale è che Agnelli si sia suicidato, buttandosi da un viadotto dell’autostrada Torino Savona. Tuttavia, qualcuno non ha mai creduto a questa versione. E allora: quali sono gli elementi per dubitare della versione ufficiale? Davvero poteva esserci qualcuno interessato a uccidere Edoardo Agnelli? Il primo elemento a favore di quanti sostengono la tesi del complotto, è la mancanza della scorta, l’assenza di un messaggio d’addio e di testimoni che lo abbiano visto gettarsi dal ponte. Ed inoltre, la rapidità con cui vengono chiuse le indagini. Con interviste, tra gli altri, a Lapo Elkann, nipote di Edoardo Agnelli, al medico Enrico Ravera, a Luciano Garofano, capo Ris Parma (1995-2009), la ricostruzione della scomparsa del giovane Edoardo, e delle  diverse ipotesi  circa la sua morte. E se i dati tecnico scientifici e medico-legali sembrano confermare la tesi del suicidio, rimane, come sempre in questi casi, la domanda di sempre: perché il figlio di uno degli uomini più ricchi e potenti d’Italia decide di togliersi la vita?

Giovedì 23 settembre, 23.30 - Rai 2

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo