logo san paolo
giovedì 19 maggio 2022
 
DEMOPOLIS
 

Il Giubileo? Importante per un italiano su due

11/12/2015  E' un'opportunità che fa riflettere, afferma il 52 per cento dei connazionali. «Il Papa, con l’86%, è in assoluto la personalità della quale ci si fida di più nel nostro Paese: l’apprezzamento raggiunge il 93 per cento tra i cattolici e il 67% anche tra chi si dichiara non cattolico o non credente», dice il direttore di Demopolis Pietro Vento.

Per il 52 per degli italiani il Giubileo rappresenta  un’importante occasione di riflessione per i cattolici. Per 3 connazionali su 10 quella di Bergoglio è stata una scelta coraggiosa e lungimirante. Un giudizio critico sull’evento giunge soltanto da un segmento del 18%, che manifesta alcuni dubbi di opportunità, soprattutto in relazione al tema sicurezza dopo i fatti di Parigi. Sono alcuni dei dati che emergono da un sondaggio condotto dall’Istituto Demopolis in occasione dell’apertura dell’Anno Santo.  

«Nonostante ostacoli e difficoltà – afferma il direttore di Demopolis Pietro Vento – resta altissima la fiducia degli italiani nel Pontefice. Papa Francesco, con l’86 per cento, è in assoluto la personalità della quale ci si fida di più nel nostro Paese: l’apprezzamento raggiunge il 93 per cento tra i cattolici e raggiunge significativamente il 67% anche tra coloro che si dichiarano non cattolici o non credenti.  Piace molto, Bergoglio: la sua sintonia con i bisogni reali della gente, l’apertura e la chiarezza delle sue parole, la totale spontaneità, in grado – conclude Pietro Vento – di catturare la stima e la simpatia, ben oltre la fede o la pratica religiosa».

Nessun Papa è stato così apprezzato negli ultimi 30 anni. E il confronto sui dati lo conferma: si fidano di Francesco quasi 9 italiani su 10, della Chiesa Cattolica il 51%.

Multimedia
Sondaggio Demopolis: altissima fiducia in papa Francesco all'apertura del Giubileo
Correlati
I vostri commenti
1

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo