Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
giovedì 20 giugno 2024
 
Dalla tv al palcoscenico
 

Il musical di "Mare fuori" ovunque sold out

05/01/2024  In attesa dell'arrivo a febbraio della quarta stagione della serie Tv (prima su Rai Play poi su Rai 2), il musical sceneggiato e diretto da Alessandro Siani, con un cast di giovanissimi, spopola a teatro. Aggiunte nuove date a Napoli e a Milano

Mare Fuori è la serie televisiva italiana che ha riscosso il maggior successo negli ultimi anni, perché, grazie alla messa in onda su Rai play, successivamente a quella su Rai 2, è stata “scoperta” e amata anche dai giovanissimi, che hanno abbandonato le tv generaliste e sono abituati a una visione on demand sul web. Tanto che la quarta stagione andrà in onda prima su Rai play a febbraio, e solo dopo su Rai 2. Ecco allora che per sfruttare la popolarità di questa storia che ha per protagonisti ragazzi e ragazze rinchiusi in un carcere minorile di Napoli, è nato anche il musical, che ha debuttato, ovviamente, a Napoli, il 14 dicembre, ottenendo un analogo successo, tanto che dopo i sold out delle date inizialmente previste ne sono state aggiunte altre quattro dall’11 al 14 gennaio. Anche le date di Milano al teatro degli Arcimboldi (dal 14 al 18 febbraio) sono andate subito sold out, e ne è stata aggiunta un’altra il 23 febbraio. Il musical dopo Napoli fa tappa a Ragusa il 20 e 21 gennaio, a Reggio Calabria al 23 e 24 gennaio, a Cosenza il 26 e 27 e poi a Torino dall’1 al 4 febbraio, a Parma l’8 e il 9 febbraio e infine Milano.

Il cast

 Il musical diretto dall’attore e regista napoletano Alessandro Siani, è stato scritto dallo stesso Siani con Cristiana Farina e Maurizio Careddu. La direzione musicale è del maestro Adriano Pennino mentre le coreografie sono di Marcello e Mommo Sacchetta.
Vale la pena menzionare il cast di cantanti e ballerini, tutti giovanissimi, e selezionati tra le oltre centomila richieste di partecipazione ai casting. Sul palco: Andrea Sannino, Antonio Orefice, Maria Esposito, Mattia Zenzola, Giuseppe Pirozzi, Enrico Tijani, Antonio D’Aquino, Giulia Luzi, Carmen Pommella, Emanuele Palumbo, Leandro Amato, Antonio Rocco, Christian Roberto, Giulia Molino, Bianca Moccia, Angelo Caianiello, Pasquale Brunetti, Yuri Pascale Langer, Sveva Petruzzellis, Anna Capasso, Fabio Alterio, Benedetta Vari.
 

La storia

  

L’Istituto di detenzione minorile è una bolla in cui “ragazzi interrotti” hanno la possibilità di capire chi sono e cosa vogliono al di là di cosa sono stati fuori da quelle mura. È una parentesi di sospensione in cui hanno la possibilità di navigare nel loro mare interiore, fare nuove scoperte e conoscere nuovi mondi. Luoghi che sinora non hanno mai esplorato.  Mentre fuori imperversa la guerra dei Ricci contro i Di Salvo, dentro l’IPM i loro eredi, Rosa Ricci e Carmine Di Salvo, si trovano l’una contro l’altro ma, in modo inspiegabile tra loro sin da subito inizia a scorrere una corrente magnetica che presto si trasforma in un sentimento forte e travolgente. I due ragazzi non possono sottrarsi a quello che provano e Beppe ne approfitta. L’educatore vede infatti proprio nel loro amore l’antidoto per l’insensata e tragica guerra tra le loro famiglie. La scoperta dell’amore è come un’onda che travolge tutti i nostri protagonisti e, pur manifestandosi in diverse forme, conduce tutti alla scoperta di nuove parti di sé stessi. Qualcuno di loro si trova perso a causa di questa emozione sconosciuta, qualcun altro invece vive questo sentimento come faro nella notte e si fa guidare dalla sua luce abbagliante. La musica è protagonista principale di questa epopea e ci accompagna in questo tortuoso ma avvincente percorso di crescita.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo