Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
sabato 25 maggio 2024
 
National Day
 

Il pane e la terra, all'Expo il National Day del Vaticano

08/06/2015  L'11 giugno la giornata della Santa Sede con un'edizione speciale del "Cortile dei gentili" con il cardinale Ravasi e giuliano Amato e una riflessione sul cibo, materiale e spirituale, e sul problema della malnutrizione con Scola, Bagnasco e mons. Becciu

Un’edizione speciale del “Cortile dei Gentili” con il cardinale Ravasi e Giuliano Amato, una riflessione sul tema scelto dalla Santa Sede per la sua presenza all’Expo “Non di solo pane” e un momento di musica con un nuovo arrangiamento dell'Inno Pontificio proposto dall’orchestra Sinfonica Esagramma, fondata da mons. Pierangelo Sequeri. È il programma del National Day della Santa Sede in programma giovedì 11 giugno all’Expo di Milano. 

In mattinata, alle 11, l’evento d'apertura “Non si solo pane”, si aprirà con l’esibizione dell’orchestra Sinfonica Esagramma www.esagramma.net, diretta da Licia Sbattella e nata dall’esperienza del Centro di clinica, ricerca e formazione per il disagio psichico e mentale che ha posto al centro della propria attività le potenzialità del linguaggio musicale. Il programma della mattina prevede l’esecuzione dell’Inno Pontificio di Charles Gounod, Nell'Antro del Re della Montagna dalla Suite n.1 del Peer Gynt di Edvard Grieg e la Fantasia Corale di Ludwig Van Beethoven  
Poi spazio alle relazioni del cardinale Ravasi, Commissario Generale della Santa Sede; di mons. Angelo Becciu, Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato; del cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza Episcopale Italiana e del card. Angelo Scola, arcivescovo di Milano.

Il titolo dell’incontro, “Non di solo pane” sarà una riflessione sull’esperienza del nutrimento che ha una rilevanza fortemente simbolica, antropologica, sociale e spirituale. Il cristiano è in dialogo con un Dio che in Gesù Cristo si è fatto cibo, pane. E la fede che scaturisce da questo incontro interpella il modo con cui ciascuno sta in relazione con gli altri e le risorse del pianeta. Papa Francesco lo ha recentemente richiamato: «È uno scandalo che ci sia ancora fame e malnutrizione nel mondo! La sfida della fame e della malnutrizione non ha solo una dimensione economica o scientifica ma ha soprattutto una dimensione etica ed antropologica. Educarci alla solidarietà significa allora educarci all’umanità: edificare una società che sia veramente umana vuol dire mettere al centro, sempre, la persona e la sua dignità, e mai svenderla alla logica del profitto».

Il secondo appuntamento della giornata è alle 16.30 all’Auditorium con l’incontro de “Il Cortile dei Gentili” intitolato “I volti della terra - Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra matre terra” con un dialogo, moderato da Monica Maggioni, direttore di RaiNews24, tra il cardiale Ravasi, Nicolas Hulot e Giuliano Amato.  

Da millenni ci si riferisce alla Terra definendola madre, perché l’uomo dipende dai beni che essa offre. San Francesco, nel suo “Cantico delle Creature”, recitava “Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra matre terra” indicando il suo essere madre generosa, fonte di abbondanza e di ricchezze naturali, e dando un’immagine del mondo serena e armoniosa grazie alla fratellanza di tutte le creature e degli elementi naturali.   Nella tradizione ebraico – cristiana viene trasmessa un’immagine feconda e positiva della madre terra, motivando in tal modo la visione religiosa della materialità e corporeità, che segna profondamente il rapporto tra i volti dell’umanità e la terra. Ma il volto della natura non sempre appare benigno e nella sua lunghissima storia l’umanità ha dovuto difendersi da calamità e da vere e proprie catastrofi di origine naturale. Eppure la calamità peggiore che ancora ci affligge – l’insufficienza del cibo e dell’acqua per mantenere in vita tutti gli abitanti del pianeta – non è dovuta al volto “maligno” della terra.    

le info per partecipare

  

La partecipazione a questi due incontri che si terranno dentro ExpoMilano2015, in Auditorium è gratuita ma bisogna registrati al seguente link. Per entrare nell’area di ExpoMilano2015 è necessario essere muniti di apposito biglietto. Chi non ne fosse ancora provvisto, può effettuare un'iscrizione versando un contributo di 16 euro, comprensiva dell’ingresso in EXPO, collegandosi alla pagina http://expo.caritasambrosiana.it/ingressi/santa_sede.html e seguendo le istruzioni riportate.
Il pagamento potrà essere effettuato solamente tramite carta di credito mentre i ticket per l’ingresso a Expo saranno inviati via email a ridosso dell’evento.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo