logo san paolo
venerdì 06 dicembre 2019
 
venerdì della misericordia
 

Il Papa alla Caritas di Roma: il futuro? Siate «pazzi» di amore

29/11/2019  Francesco visita la cittadella della carità che compie 40 anni e per i prossimi cita la parabola del buon Samaritano. «E a chi dice “ma questi preti invece di rimanere in chiesa, dire messa e stare tranquilli fanno tutto questo movimento, sono pazzi”, ecco bravo: pazzi!»

Programma per il futuro? La pazzia! Papa Francesco ha visitato la cittadella della Caritas di Roma, fondata 40 anni fa da don Luigi di Liegro, e ha indicato un programma semplice per i prossimi 40 anni: sulle orme del buon Samaritano, la «pazzia»: «Pazzia d’amore, pazzia di aiutare, pazzia di condividere la propria vulnerabilità con gli altri». E a chi dice «ma questi preti, invece di rimanere in chiesa, dire messa, stare tranquilli, fanno tutto questo movimento, sono pazzi», Francesco risponde «Ecco, bravo: sono pazzi!».

Jorge Mario Bergoglio nel pomeriggio ha trascorso un’ora alla «Cittadella della carità», su via Casilina vecchia, ed ha visitato il centro odontoiatrico, dove oltre 40 dentisti volontari hanno in cura più di 350 pazienti, la casa di accoglienza “Santa Giacinta”, che ospita 82 persone ultracinquantenni in gravi condizioni di disagio socio-economico, l’emporio della solidarietà, «il primo supermercato gratuito nato in Italia», e la mensa, dove Francesco ha incontrato circa 50 persone che vivono dei diversi centri di accoglienza: ostelli, case famiglia, strutture per rifugiati, case per mamme con bambini e minori stranieri non accompagnati.

Al direttore della Caritas diocesana che gli chiedeva indicazioni per i prossimi 40 anni, don Benoni Ambarus, il Papa ha risposto citando la parabola del Buon Samaritano e soffermandosi in particolare sulla figura del locandiere: «Il Vangelo va annunciato con la testimonianza, non con gli argomenti o il proselitismo, no: con la testimonianza», ha detto Jorge Mario Bergoglio, «e Gesù ci ha lasciato un esempio di testimonianza per i prossimi 40 anni: quell’uomo che non era religioso, o pensava che non era religioso, e che trova sulla strada un uomo ferito dai ladri e lo prende, se ne prende cura, lo porta con sé. E’ interessante che Gesù non dice parole su quest’uomo, solo dice che “ne ebbe compassione”, “patire con”: lo prende e lo porta (in una locanda), parla col locandiere, (e gli dice): “io devo andare, ma tra due giorni torno”, e gli dà le monete, “e se ce n’è qualcosa di più pagherò di più”. Io – ha chiosato il Papa gesuita – penso quel locandiere cosa dve aver pensato: “questo è un pazzo”… e questa è la parola che vorrei dirti: pazzia! Pazzia d’amore, pazzia di aiutare, pazzia di condividere la propria vulnerabilità con gli altri. “Ma questi preti – ha continuato il Papa immaginando a voce alta il discorso di qualcuno indispettito dall’attivismo della Caritas – invece di rimanere in chiesa, dire messa, stare tranquilli, fanno tutto questo movimento: sono pazzi”: ecco bravo, sono pazzi!», a conclusione del Papa, che per il futuro ha rimarcato: «Questo è il programma: pazzi».

Papa Francesco ha salutato i molti ospiti che si assiepavano dietro le transenne ed ha poi rivolto il suo discorso in un salone con oltre 200 tra ospiti e volontari della Caritas romana. Tra gli altri, una famiglia di immigrati eritrei giunti a Roma con un corridoio umanitario gli ha regalato un artefatto del loro paese. «Non abbiamo stranieri e italiani, abbiamo persone dentro le quali abitano il divino», ha detto don Benoni Ambarus, che ha poi citato lo stesso Francesco che ha parlato di «intimità itinerante» con Gesù. Alessio, un ex ospite gli ha raccontato la vita all’ostello “Don Luigi Di Liegro” in Via Marsala («La Caritas mi ha salvato, ha salvato il mio corpo, e ha salvato il mio spirito») ed una volontaria del Centro di ascolto per Stranieri di via delle Zoccolette, Ornella, ha parlato della sua esperienza, sottolineando tra l’altro che il volontariato l’ha aiutata a «capire un problema enorme come quello dell’immigrazione, poco e mal rappresentato dalle fonti di informazione».

«Tutti siamo vulnerabili, anche Dio si è fatto vulnerabile per noi»

Il Papa, nel suo discorso, è tornato sul concetto di vulnerabilità: «La vulnerabilità ci accomuna tutti, tutti siamo vulnerabili» e «anche Dio ha voluto farsi vulnerabile per noi: è uno di noi e ha sofferto». E, ancora, «anche noi abbiamo bisogno di salvezza, di qualcuno ce ci dica una parola buona, i volontari, i preti, tutti abbiamo bisogno di un fratello Gesù, di quella “intimità itinerante” di camminare con Gesù. Grazie a tutti per fare vedere che abbiamo la stessa carta di identità: ognuno ha la propria, ma tutti abbiamo lo stesso cognome, vulnerabili, significa che abbiamo bisogno di salvezza, di cure. E la salvezza Dio non la fa con un decreto, la fa camminando con noi, avvicinandosi a noi in Gesù: questa è la salvezza».

Quella di oggi è la quinta visita di un Papa alla Caritas di Roma. A iniziare è stato Giovanni Paolo II alla Mensa di Colle Oppio nel 1992, Benedetto XVI la visitò nel 2007 e si recò alle strutture Caritas di Via Marsala – Ostello, Mensa e Poliambulatorio – nel 2010, in occasione dell’Anno europeo di lotta alla povertà. Papa Francesco, che oggi è stato accolto dal cardinale vicario Angelo de Donatis e dal vescovo con delega alle opere caritative Gianpiero Palmieri, il 18 dicembre del 2015 aprì, sempre a via Marsala, la Porta Santa della carità, in occasione del giubileo della Misericordia. Oggi la Caritas capitolina ha 52 opere tra mense, ostelli, comunità e case famiglia, 157 centri di ascolto parrocchiali in rete tra loro, cinque empori territoriali.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
CREDERE
€ 88,40 € 52,80 - 40%
FELTRO CREATIVO
€ 22,00 € 0,00 - 18%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%