logo san paolo
domenica 23 gennaio 2022
 
 

Il Papa: "Grazie Spagna"

21/08/2011  "Una grande nazione", dice Benedetto XVI all'aeroporto. I particolari dei momenti difficili della veglia nel racconto di Padre Lombardi: "Non vado via, resto con i giovani".

Il Papa è partito dalla Spagna con un aereo della compagnia nazionale “Iberia”. Prima di salire sull’aereo ha ringraziato la Spagna “grande nazione” che “in una convivenza sanamente aperta, pluralista e rispettosa, sa e può progredire senza rinunciare alla sua anima profondamente religiosa e cattolica”. Re Juan Carlos, che ha accompagnato il Papa fin sotto la scaletta del aereo, è tornato ad insistere sull’attenzione ai giovani “se vogliamo un futuro migliore e più giusto”. Salutando il Papa ha detto: “Grazie per la speranza che avete infuso nella gente”.

 Padre Federico Lombardi nel pomeriggio ha rivelato alcuni particolari della veglia di sabato. Ha detto che il Papa rientrato in nunziatura dopo il nubifragio era un po’ preoccupato per i giovani accampati. Gli hanno raccontato dei problemi che vi erano stati e dei sette feriti. E ha riferito che il Papa era “impressionato dalla costanza dimostrata dai ragazzi nello sfidare le intemperie e ogni difficoltà per restare a pregare”. Padre Lombardi ha aggiunto che il Papa, quando si è dovuto interrompere per via del nubifragio, e dopo un consulto tra le autorità spagnole e vaticane sul da farsi, ha detto: “No io rimango con i giovani”. Insomma “un Papa determinato e deciso”. Lombardi ha spiegato che ad un certo punto “non funzionavano più i microfoni”: “ Noi in effetti non sapevamo se si sarebbe potuto ripristinare l’audio e senza più la possibilità di comunicare con la folla ci chiedevamo cosa avremmo potuto fare”. Alla fine ha “avuto ragione” il Papa a restare.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo