logo san paolo
sabato 25 settembre 2021
 
 

Il Papa: non cedere alla mafia

09/10/2011  Benedetto XVI, in Calabria a Lamezia Terme denuncia criminalità e disoccupazione:destabilizzano la Calabria. Il sindaco Gianni Speranza: "Non vogliamo essere una terra amara".

Lamezia Terme, dal nostro inviato

Alza la voce davanti al papa: “Basta con la mafia”. Il sindaco di Lamezia Terme Gianni Speranza interpreta un sentimento corale e avvisa: “Non vogliano essere una terra amara”. Benedetto XVI lo guarda con affetto e conferma che qui i problemi “si presentano in forme acute e destabilizzanti” e parla di una terra dove “dove la disoccupazione è preoccupante, dove una criminalità spesso efferata, ferisce il tessuto sociale, una terra in cui si ha la continua sensazione di essere in emergenza”. Il Papa è certo che si potranno “superare le difficoltà di oggi per preparare un futuro migliore”. Poi spiega: “Sono venuto per condividere con voi gioie e speranze, fatiche e impegni, ideali e aspirazioni” e sono “certo che saprete superare le difficoltà di oggi per preparare un futuro migliore. Non cedete mai alla tentazione del pessimismo e del ripiegamento, avete tutti i motivi per mostrarvi forti, fiduciosi e coraggiosi”.

Benedetto XVI ha celebrato la messa nella piana davanti a Lamezia Terme al bordo del mare. Il sindaco Gianni Speranza ha detto al Papa che i ragazzi hanno “bisogno di essere incoraggiare per costruire il loro futuro liberi dalla mafie” e ha spiegato che il “cambiamento è indispensabile e possibile”. Ha fatto una descrizione drammatica di questa terra, dove la disoccupazione giovanile raggiunge qui picchi del 50 per cento, mentre la disoccupazione si attesta al 36 per cento, la più alta d’Europa. “Non possiamo accettare che nella nostra terra si rafforzi il dominio dei poteri criminali, l’impresa buona sia cacciata da quella cattiva e inquinata, il capitale illegale si sostituisca a quello legale, i nostri giovani non abbiamo lavoro e prospettiva e siano costretti ad andare via e persino tanti sacerdoti vengano minacciati”.

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%