logo san paolo
giovedì 21 ottobre 2021
 
il gesto
 

Il Papa scrive ad Alex Zanardi: «Coraggio, hai dato forza a chi l'aveva perduta»

24/06/2020  Bergoglio, attraverso don Marco Pozza, invia un messaggio al campione che lotta per la vita dopo l’incidente di venerdì scorso: «Prego per lei e la sua famiglia, hai fatto della disabilità una lezione di umanità». Il presidente del Coni: «Messaggio commovente e pazzesco»

«Carissimo Alessandro, la sua storia è un esempio di come riuscire a ripartire dopo uno stop improvviso. Attraverso lo sport ha insegnato a vivere la vita da protagonisti, facendo della disabilità una lezione di umanità. Grazie per aver dato forza a chi l'aveva perduta. In questo momento tanto doloroso le sono vicino, prego per lei e la sua famiglia. Che il Signore la benedica e la Madonna la custodisca». Firmato: papa Francesco. La battaglia per la vita che sta combattendo in questi giorni Alex Zanardi ora ha un sostenitore in più, il Pontefice che ha scritto una lettera all’ex pilota di Formula 1 che ha perso le gambe dopo un terribile incidente in pista nel 2001 per manifestarli affettuosa vicinanza, il sostegno della preghiera e ricordare a tutti la sua testimonianza sul valore della ripartenza e la lezione di umanità che il campione romagnolo è riuscito a dare attraverso la disabilità in quella che è stata la “seconda vita” senza le gambe che lo ha portato a diventare campione paralimpico.

Zanardi da venerdì scorso è ricoverato nel reparto di Terapia intensiva del Policlinico universitario Santa Maria alle Scotte di Siena dopo il gravissimo incidente stradale in handbike nel comune di Pienza. Nella lettera il Pontefice ringrazia in particolare lo sportivo per la sua capacità di infondere coraggio anche in situazioni di grande sofferenza. La lettera di Bergoglio è stata pubblicata oggi in prima pagina dalla Gazzetta dello Sport ed è arrivata grazie all'iniziativa di don Marco Pozza, cappellano del carcere Due Palazzi di Padova che ha intervistato il Papa per TV2000 e che quest'anno ha animato la Via Crucis a San Pietro con le meditazioni scritte dai detenuti del penitenziario di cui è cappellano.

«Ho fatto semplicemente da postino», dice don Pozza. Martedì si trovava in Vaticano per presentare proprio al Papa il docufilm sul carcere Tutto il mondo fuori, con la squadra di Vativision (un contenitore di film, serie tv e documentari). «Quando abbiamo terminato la presentazione mi sono fermato un attimo con lui, avevo la Gazzetta sotto braccio», ha racconta, «gli ho chiesto se avesse sentito dell’incidente ad Alex Zanardi e ho provato a spiegargli la grandezza di questo personaggio. Molte persone grazie a lui hanno ritrovato la gioia di vivere. Zanardi ha preso la disabilità e l’ha messa al centro dello sport». Papa Francesco era a conoscenza dell’incidente accaduto al campione, ma ha ascoltato con interesse l’analisi del prete veneto. «Poi gli ho detto anche un’altra cosa: l’Italia è divisa su tutto ma su questo tragico incidente ho visto tutti uniti in un’unica e straordinaria preghiera. Il Papa ha capito e, così, ha preso carta e penna».

Per don Marco «il messaggio di papa Francesco ha il significato di una carezza a un uomo speciale. Un modo per dirgli: finora hai dato tu, ora diamo noi qualcosa a te».

Il post su Instagram del figlio di Zanardi (Ansa)
Il post su Instagram del figlio di Zanardi (Ansa)

Protagonista dell'asta benefica promossa dal Papa

L'incidente di venerdì scorso a Zanardi è avvenuto durante una gara benefica, in un mese in cui Alex Zanardi è protagonista anche dell'asta “We run together”, promossa dal Papa con la finalità di raccogliere fondi da destinare agli ospedali di Bergamo e Brescia, in prima linea nella lotta contro il Covid-19. Per questa iniziativa di beneficenza, Zanardi ha messo a disposizione il body con cui ha vinto le Paralimpiadi nel 2016 a Rio de Janeiro.

Il campione si trova attualmente in prognosi riservata all’ospedale senese dove, precisano, «continua il neuromonitoraggio e viene valutato costantemente da un'èquipe formata principalmente da anestesisti-rianimatori e neurochirurghi, affiancata da un team multidisciplinare in base alle diverse esigenze cliniche».

Sul messaggio del Pontefice è intervenuto anche il presidente del Coni Giovanni Malagò: «Ho letto il messaggio che ha scritto il Papa per lui, commovente, pazzesco, eccezionale», ha detto ai microfoni di Sky Sport aggiungendo: «Voglio mandare un abbraccio forte ad Alex in questo momento, è il simbolo di tutto lo sport e non solo di quello italiano».

Mercoledi mattina, su Instagram, il figlio di Zanardì, Niccolò, ha scritto un altro post accompagnato dalla foto della sua mano che stringe quella del padre sul letto di ospedale: «Io questa mano non la lascio. Dai papà, anche oggi un piccolo passo avanti», l'affettuoso messaggio che ha ricevuto migliaia di like.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%