logo san paolo
venerdì 27 maggio 2022
 
Anniversari
 

Piccolo Teatro, 70 anni di storia da Strehler a Ronconi al presente

15/05/2017  Nasceva esattamente il 14 maggio del 1947 grazie a un'intuizione di tre giovani: lo stesso Strehler, Grassi e la Vinchi. Il cartellone di eventi celebrativi prevede riprese, nuove produzioni, incontri ed eventi. Si parte con "Studio sui sei personaggi di Luigi Pirandello" e "Arlecchino".

Il Piccolo Teatro di Milano compie 70 anni. Quello che è oggi uno dei teatri più importanti e famosi non solo in Italia nacque il 14 maggio del 1947 da un'idea di  Giorgio Strehler, Paolo Grassi e Nina Vinchi (questi iltimi due legati sentimentalmente). La loro intuizione, che ha del rivoluzionario, si riassume nello slogan "teatro d'arte per tutti". I fondatori erani convinti che questa forma d'arte contribuisse alla salute del cittadino e della società, e che come tale fosse quindi configurabile come servizio pubblico. Per questo le istituzioni locali (Regione, Provincia e Comune) avevano "l'obbligo" di sostenerlo. L'obiettivo era di proporre spettacoli di qualità per un pubblico più ampio possibile.

Oggi il Piccolo gestisce tre sale: la sede storica (488 posti), nel cuore di Milano, ribattezzata Piccolo Teatro Grassi, di recente oggetto di un restauro conservativo che ha “scoperto” e restituito alla città lo splendido Chiostro rinascimentale attiguo; lo spazio sperimentale del Teatro Studio (368 posti), edificio dove è ospitata anche la Scuola di Teatro; la sede principale di 968 posti, inaugurata nel gennaio 1998, che porta il nome di Piccolo Teatro Strehler.

In 70 anni di vita, il Piccolo ha prodotto centinaia di spettacoli, 200 diretti da Strehler. 

Dal 1998, con il passaggio del testimone a Sergio Escobar e a Luca Ronconi, il Piccolo ha accentuato la dimensione internazionale e interdisciplinare, candidandosi quale ideale polo culturale cittadino ed europeo. Sui suoi palcoscenici si alternano spettacoli di prosa e danza, rassegne e festival di cinema, tavole rotonde e incontri di approfondimento culturale.

GLI SPETTACOLI PER CELEBRARE L'ANNIVERSARIO

Il 70° anniversario del Picoclo vioene celebrato con un ricco calendario di spettacoli, incontri e mostre.

Due titoli in particolare vanno ricordati: maggio si apre con due spettacoli/manifesto di Giorgio Strehler e Luca Ronconi, due esempi di un modo di intendere il teatro come esperienza e ricerca, in palcoscenico e in platea.

Dal 3 al 21 Studio sui “Sei personaggi” di Luigi Pirandello, regia Luca Ronconi, ripresa a cura di Luca Bargagna: un lavoro appassionato di un regista con un gruppo di allievi. Un autore che tutti credono di conoscere ma che pochi hanno letto veramente con occhi attenti, curiosi e indagatori. Luca Ronconi ha esplorato il capolavoro di Pirandello condividendo con i giovani il senso e il valore della ricerca teatrale.

Dal 6 al 28 Arlecchino servitore di due padroni di Carlo Goldoni, regia Giorgio Strehler messa in scena Ferruccio Soleri: la storia di Arlecchino servitore di due padroni, diceva Giorgio Strehler, è “memoria vivente”. Come un inarrestabile fiume in piena, lo spettacolo – con Ferruccio Soleri ed Enrico Bonavera nel ruolo del titolo – fa nascere ogni sera la magia in palcoscenico. Perché “Arlecchino è sempre uguale e sempre diverso”, scriveva il maestro, ed è “libero dal tempo che passa”.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo