logo san paolo
venerdì 10 luglio 2020
 
 

Il sacrificio dei medici eroi, i santi della porta accanto

09/04/2020  Così li ha definiti papa Francesco, insieme agli infermieri e agli ausiliari che hanno perso la vita contro il virus. Contagiati nei loro ambulatori o nei corridoi delle terapie intensive, hanno svolto la loro missione contro il Coronavirus fino all'ultimo, in nome della vita, fedeli alla loro missione, mandati allo sbaraglio da un sistema sanitario disastrato che non gli ha fornito nemmeno le mascherine per proteggersi

Guardo le immagini degli oltre 100 medici caduti sul fronte del Coronavirus (l'ultima vittima è di qualche ora fa), insieme a tanti altri in prima linea, infermieri, ausiliari, rappresentanti delle forze dell’ordine, e mi chiedo se ci sia una parola più adatta di eroi, se non ci si debba inchinare di fronte al loro sacrificio, se non si debba loro dedicare lapidi, nuove strade, monumenti, altari. Loro si schermiscono quando li definisci martiri ed eroi. I sanitari non amano l'enfasi o i giudizi, sono uomini di scienza, pragmatici. Ma se la parola eroe ha ancora un senso, quel senso è per loro. Così come ha senso la parola santo per chi non ce l'ha fatta. I santi della porta accanto, li ha definiti papa Francesco, insieme con gli infermieri, i sacerdoti e gli altri uomini e donne che hanno perso la vita nella lotta contro il contagio, per guarire curare e aiutare le vittime del Covid19. O semplicemente per recare loro gli ultimi conforti.

La categoria dei medici, dei sanitari in genere è in questi giorni terribili il simbolo dell’Italia migliore, migliore per professionalità e abnegazione, di un Paese che non si rassegna alla morte e si sacrifica, fedele alla sua missione, per salvare vite. Colpisce la fedeltà a questa vocazione che non ha paura di sfidare la morte, che si tratti delle corsie di terapia intensiva o dei loro ambulatori di medici condotti.

Quando lo Stato ha chiesto trecento medici per rinforzare le prime linee della terapia intensiva, hanno risposto all’appello in ottomila. Sapevano che avrebbero rischiato molto, che i loro colleghi giravano per le corsie senza nemmeno le attrezzature di protezione adeguate, molti di loro vittima di errori fatali degli amministratori, inviati a combattere per la vita come i ragazzi del '99 nelle trincee sul Carso. Eppure hanno risposto in ottomila, incuranti dei rischi. Guardo alle foto di quei medici protetti alla bella e buona, mandati allo sbaraglio con sacchi di plastica, protezioni improbabili, mascherine inadeguate e occhiali di tutti i tipi, male attrezzati come i giovani ribelli che salivano sulle montagne durante la Resistenza con elmetti sgangherati, bandoliere e vecchi fucili (il 25 aprile è vicino ed è giusto ricordarlo). Questi partigiani della vita che non hanno avuto la minima esitazione a sfidare la morte per curare i pazienti, trattati da un sistema sanitario che negli ultimi decenni ha continuato a perdere pezzi. L’Italia si inchina e prega per loro, per questi martiri, per questi eroi della vita che fanno l’Italia così bella.

 

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%