logo san paolo
martedì 25 gennaio 2022
 
 

Il Sinodo al tempo dei tweet

13/10/2014  Milioni di visualizzazioni per i lavori del Sinodo "spezzettati" in 140 caratteri.

Circa 1.400 tweet, dal 3 al 12 ottobre, lanciati da @holySeePress per "coprire" l'evento del Sinodo. Dalla veglia di preghiera in piazza San Pietro all'Angelus di domenica 12, tradotti in inglese, spagnolo, francese, e italiano, i tweet hanno permesso id seguire, praticamente in diretta, i lavori dei padri sinodali. Alle traduzioni si sono affiancati contributi in francese, cinese, portoghese, arabo, russo, sloveno, albanese e lituano.
La sperimentazione di quello che la Sala stampa della Santa sede ha chiamato "Live tweeting" è stata seguita soprattutto dagli Stati Uniti. Delle 1,7 milioni di visualizzazioni, infatti, il 27 per cento fa capo a follower degli Usa.
E se ai padri sinodali è stato chiesto di non usare i social network per concentrarsi meglio sugli interventi dei confratelli, intanto sulla pagina tweeter e sul canale synodi14.vatican.va fioccavano gli interventi. 
Dopo una settimana i follower sono cresciuti del 139 per cento superando quota 11 mila; 6.077 i retweet, 2.835 aggiunti ai preferiti, 5.648 click sui link collegati al canale synod14.vatican.va.
L'Italia si piazza al secondo posto per followers con il 14 per cento, il 7 è spagnolo, il 5 del regno Unito, il 5 del Messico. 

Tag:
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo