logo san paolo
venerdì 07 agosto 2020
 
Il vescovo di Lecce e i No Tap
 

«Anche i poliziotti sono figli di questa terra, non demonizziamoli»

01/04/2017  Mons. Umberto D’Ambrosio interviene sulle proteste contro il gasdotto: «L'opera è positiva ma non si può passare sopra la testa delle persone. E attenzione a non mettere contro la gente che si sta mobilitando con passione e i poliziotti. Per loro credo sia una sofferenza grande sentirsi accusati e passare per coloro che bloccano e maltrattano i manifestanti. Stanno facendo un ottimo lavoro»

«La Chiesa non resta né in silenzio né in disparte di fronte a quello che sta accadendo a Melendugno, siamo tutti inquieti e preoccupati e abbiamo a cuore l’ansia della popolazione che si interroga sull’utilità o meno del gasdotto. Se, da una parte, questa infrastruttura è positiva per la comunità nazionale, dall’altra, rischia di ferire un territorio a vocazione turistica già provato da altre emergenze ambientali». Monsignor Domenico D’Ambrosio, arcivescovo della diocesi di Lecce, segue con apprensione l’evolversi delle proteste contro il gasdotto TAP che da giorni vede mobilitate migliaia di persone nelle campagne di Melendugno, davanti al cantiere in zona San Basilio, che protestano contro l’espianto degli ulivi indispensabile per poter procedere con i lavori.

«Se c’è da fare qualcosa per aprire canali inesplorati di dialogo non mi tirerò certo indietro», continua mons. D’Ambrosio. «L’intervento dei giorni scorsi aveva lo scopo di far sentire alle popolazioni che la Chiesa non è sorda alle loro esigenze. Se mi verrà chiesto di intervenire, sono disponibile a mediare e creare ponti di dialogo».

Eccellenza, quest’opera è utile o rischia solo di creare danni e basta?

«Per un verso il gasdotto serve, perché porta il gas che noi non abbiamo a sufficienza. Serve a noi e ad altre popolazioni d’Italia e dell’Europa. Però ci vuole la garanzia che non inquini, qui ne abbiamo già molte di emergenze ambientali pesantissime: la centrale a carbone di Cerano, a Brindisi, l’Ilva a Taranto. Mi chiedo: l’esigenza di avere approvvigionamenti di gas tiene in considerazione l’esigenza del territorio di avere un’infrastruttura sostenibile e che non deturpi il mare e l’ambiente?».

Mons. Domenico D'Ambrosio è arcivescovo metropolita di Lecce dal 2009
Mons. Domenico D'Ambrosio è arcivescovo metropolita di Lecce dal 2009

Queste proteste non rischiano di lacerare profondamente il tessuto sociale?

«Sì, adesso il problema serio è non mettere contro questa povera gente che si sta mobilitando con passione e i poliziotti che sono anche loro salentini e figli di questa terra. Per loro credo sia una sofferenza grande sentirsi accusati e passare per coloro che bloccano e maltrattano i manifestanti. Credo che anche le forze dell’ordine stiano facendo un ottimo di lavoro nel mantenere ordine ed equilibrio in una situazione oggettivamente difficile e carica di tensioni».

Adesso cosa si deve fare?

«Il progetto andrà avanti, molti lavori sono già stati fatti, non credo onestamente che si sposterà il gasdotto verso Brindisi. L’unica cosa da fare in questo momento è quella di ascoltare e coinvolgere di più le popolazioni e assicurare la sostenibilità ambientale dell’opera. L’intervento che ho fatto nei giorni scorsi insieme ai miei sacerdoti mira proprio a richiamare tutti a un supplemento di riflessione evitando che il gasdotto si faccia passando sopra la testa della popolazione».

I vostri commenti
22
scrivi

Stai visualizzando  dei 22 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%