logo san paolo
venerdì 16 aprile 2021
 
Europa
 

In Portogallo vincono ancora i socialisti

07/10/2019  Il primo ministro Antonio Costa esce vincitore dalle elezioni politiche e sfiora la maggioranza assoluta. Nei prossimi quattro anni cercherà di consolidare i buoni risultati economici di un paese stabile e in crescita.

Vince, ma non trionfa la sinistra socialista del primo ministro portoghese Antonio Costa. Nelle elezioni politiche di domenica il partito socialista ha preso il 36,65 per cento dei voti e resta la prima forza politica del paese, però non riesce a raggiungere la maggioranza assoluta e dovrà cercare alleati per poter governare nei prossimi quattro anni. Impresa non impossibile, visto che Costa ha governato dal 2015, abbastanza bene, con un governo di minoranza. Il partito socialdemocratico (che in Portogallo indica un partito di centro destra) si ferma al 27,9 per cento.

Gli attuali alleati di governo dei socialisti, il Blocco di sinistra e la coalizione di comunisti e verdi (Cdu), ottengono rispettivamente il 9,67% (18 seggi) e il 6,41% (10 seggi). Rappresenta una novità l’ingresso in Parlamento di un deputato del partito anti sistema di destra Chega (Basta).

Colpisce il dato dell’astensione. Con un’affluenza del 54,5 per cento si è toccato il livello più basso per le elezioni generali da quando il Portogallo è uscito, nel 1974, dalla dittatura di destra.

Costa, 58 anni, ex sindaco di Lisbona,  è determinato a rimanere alla guida del Paese. "Governerò con qualsiasi condizione i portoghesi mi daranno per governare", aveva dichiarato alla viglia del voto. Oggi dice: "Possiamo trarre due conclusioni politiche. La prima è che il Portogallo vuole un nuovo partito socialista in grado di governare stabilmente. La seconda è che i portoghesi hanno apprezzato la soluzione precedente. I portoghesi l'hanno veramente apprezzata e intendono continuare con questa formula politica”.

Negli ultimi anni Costa  è stato apprezzato per la sua politica economica, nella quale è stato molto abile a tenere i conti a posto riuscendo al tempo stesso a stimolare la crescita, superiore alla media degli altri paesi dell’Unione Europea. Vanno bene le esportazioni e il turismo è in pieno boom. L’anno scorso il numero dei turisti che hanno visitato il Portogallo è stato superiore a quello dei suoi abitanti (10 milioni e 254 mila).

Grazie a un regime fiscale molto vantaggioso, alla qualità della vita e ai costi bassi,  negli ultimi anni il Portogallo ha inoltre attirato da tutta Europa decine di migliaia di pensionati, fra i quali molti italiani. È molto cresciuta, inoltre, la reputazione internazionale dei Portogallo, patria d’origine del Segretario Generale dell’ONU, Antonio Guterres, e del presidente dell’Eurogruppo (il gruppo di coordinamento dei ministri delle finanze della zona Euro), Mario Centeno.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%
PAROLA E PREGHIERA
€ 33,60 € 33,50
VITA PASTORALE
€ 29,00
GAZZETTA D'ALBA
€ 62,40 € 53,90 - 14%