Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
mercoledì 12 giugno 2024
 
eCommerce
 

Cosa c’è dietro un ordine su Amazon?

19/07/2021  Sul numero in edicola questa settimana un’ampia inchiesta dedicata al gigante della logistica, cresciuto con cifre importanti in questo anno e mezzo di pandemia, creando nuovi posti di lavoro ma finendo anche nel mirino delle polemiche legate allo sfruttamento e all’elusione fiscale

Cosa c’è dietro un ordine Amazon? Se lo è chiesta Famiglia Cristiana che ha pubblicato sul numero in edicola questa un’ampia inchiesta dedicata al gigante della logistica, cresciuto con cifre importanti in questo anno e mezzo di pandemia, creando nuovi posti di lavoro ma finendo anche nel mirino delle polemiche legate allo sfruttamento e all’elusione fiscale. Cosa c’è di vero? Per Francesco Imburgia, della Fit Cgil, vi è una forte differenza tra i contratti a tempo indeterminato e quelli a termine, per i quali esiste «una evidente sproporzione che si traduce in richieste di lavorare di più. Richieste che non possono essere rifiutate per paura di perdere la possibilità di un rinnovo». Tra i servizi anche una giornata passata negli stabilimenti di Torrazza Piemonte e un’altra accanto a uno dei fattorini delle consegne per cercare di capire sul campo che cosa accade. Secondo Mariangela Marseglia, country manager Amazon di Italia e Spagna, che ha concesso al periodico un’ampia intervista, il servizio offerto durante i mesi della pandemia è stato essenziale e ha contribuito a migliorare la qualità della vita a chi ne ha usufruito. Nei progetti c’è quello di dare alle dirigenti e alle dipendenti «più visibilità, anche alla luce dell’esperienza che abbiamo vissuto nei mesi del lockdown, durante il quale questo settore è cambiato tantissimo e non potrà tornare indietro».

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo