logo san paolo
lunedì 15 agosto 2022
 
 

India, i poveri non esistono

22/04/2012  Per dare un tono più roseo alle statistiche, il governo abbassa la soglia della povertà a 28 rupie al giorno. cioè meno di 50 centesimi.

Ci sono diversi modi di combattere la povertà. Misure economiche, assistenziali, progetti di sviluppo. Ma c'è anche chi, per risolvere il problema, ha pensato di cancellare il numero dei poveri.


In India, il presidente della Commissione Quinquiennale Montek Singh Ahluwalia, per dimostrare che la povertà è diminuita del 7,3% negli ultimi cinque anni, ha fissato la soglia dell'indigenza a 22 rupie al giorno per le aree rurali e 28 per quelle urbane. Vale a dire, meno di 50 centesimi di euro al giorno. 

Non è solo una mera statistica. L'abbassamento della cosiddetta “linea di povertà” si ripercuote direttamente sull'accesso all'assistenza statale, tagliando fuori milioni di persone dagli schemi del Governo. Indignate proteste in tutto il Paese hanno seguito l'annuncio di Montek Singh, che è anche il braccio destro del primo ministro Manmohan Singh, nonché suo più fedele alleato. 

Il primo minstro ha cercato di ridimensionare lo scandalo, assicurando l'opinione pubblica che la suddetta “linea di povertà” non sarà l'unico parametro per assegnare gli aiuti statali. Ma delude il fatto che un economista come Manmohan Singh, protagonista della grande rivoluzione degli anni Novanta, che ha trasformato l'India da Paese sottosviluppato a grande potenza economica mondiale, dimostri di voler risparmiare proprio sugli oltre 300 milioni di poveri della sua nazione. 

Per le strade di Delhi, la gente scuote incredula le spalle. “Prima di parlare di certi numeri”, dice l'autista di un riksho a pedali, “i ministri dovrebbero provare, almeno per un giorno, se riescono davvero a sopravvivere con 28 rupie. Ma non stando seduti in poltrona, piuttosto pedalando per 12-14 ore sotto il sole, e in mezzo al traffico”. 

“28 rupie” chiarisce un altro, “non sono neanche la metà del "pizzo" che dobbiamo pagare tutti giorni alla polizia, solo per poter lavorare”. Chissà sotto quale voce delle sue statistiche il Piano Quinquennale di Montek Singh avrà inserito la spesa del "pizzo". 

Tag:
I vostri commenti
1

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo