logo san paolo
domenica 28 novembre 2021
 
 

"Iotiamo", pop art a Stresa per la ricerca sul Neuroblastoma

30/09/2015  I ritratti pop di Antonio Spanedda e ritratti a parole di Cristina Barberis Negra e Stefano Francoli saranno in Mostra fino al 10 ottobre 2015 presso il ristorante Il Clandestino a Stresa.

L’artista novarese Antonio Spanedda.
L’artista novarese Antonio Spanedda.

Segnate in agenda l’originale appuntamento con IOTIAMO Contemporary Art Project  2011-2015 dell’artista novarese Antonio Spanedda. Arte, cucina e solidarietà a Stresa fino al 10 ottobre. Una rassegna di opere con i ritratti dei testimonial che hanno prestato il loro volto a questa iniziativa, trasformati dall’artista in icone pop e altrettanti ritratti di parole scritti dai testimonial Cristina Barberis Negra e Stefano Francoli sono esposti in un luogo non convenzionale: il ristorante Il Clandestino di Franco Marasco, in via Rosmini 5 a Stresa (www.ristoranteilclandestino.com). L’arte, fruita in modo diretto e ravvicinato nei locali frequentati durante il tempo libero, sarà una fresca e continua sorgente di metafore, che trasformerà il ristorante in un laboratorio di idee aperto al pubblico. E se volete essere protagonisti non perdete l’aperitivo del giovedì alle 18.30 con l’artista e gli autori, che sono alla ricerca di nuovi soggetti per i loro ritratti. Sarà un viaggio interessante attraverso i mondi e i sapori dell’arte, della gastronomia e della letteratura e sarà anche l’occasione per sostenere l’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S. con sede all’Istituto G. Gaslini di Genova, che contribuisce con propri finanziamenti alla ricerca per aiutare i piccoli malati di Neuroblastoma e di Tumore Cerebrale, patologie molto aggressive, che sono le prime cause di morte per malattia in età prescolare. Fino al 10 ottobre - ogni giorno escluso il martedì con ingresso gratuito dalle 18 alle 20 – si potrà visitare la mostra del progetto IOTIAMO con opere delle collezioni IOAMOINAVIGLI (Navigli Lombardi), NOICIMETTIAMO (Associazione Neuroblastoma) e CIBIAMOILMONDO (progetto etico per artigiani alimentari), che nasce da una necessità interiore dell’artista Antonio Spanedda di promuovere il concetto di amore  per la conoscenza, per la giustizia, per la coerenza, per il futuro e di comunicare e condividere questo sentimento (www.iotiamo.info). Giovedì 1 e 8 ottobre, chi volesse conoscere meglio il progetto e diventarne testimonial, mettendoci la faccia, può regalarsi un aperitivo con l’artista e i testimonial dalle 18.30 alle 19.30 e farsi fare un ritratto a parole (basta una semplice chiacchierata con gli autori).

La mostra si concluderà il 10 ottobre alle ore 20  con la cena/evento di solidarietà Assaggio d’Amore”. Per l’occasione Antonio Spanedda e i testimonial del progetto coinvolgeranno il pubblico con una performance artistica, che li trasformerà in messaggeri d’amore: amore per la vita, per le persone, per un sogno condiviso, quello di guarire tutti bambini ammalati. Una condivisione diretta e informale tra l’artista e gli appassionati d’arte, tra lo chef, gli amanti della buona cucina e della letteratura. La mostra e la cena ideate e prodotte dall’artista Antonio Spanedda, Cristina Barberis Negra e Franco Marasco, in collaborazione con Matteo Mocchi che ha curato l’esposizione, manifestano il sodalizio tra l’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S. e ACC associazione culturale creativa di Novara. La cena su prenotazione (costo 100 euro) ha lo scopo di raccogliere fondi per l’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma ONLUS (www.neuroblastoma.org) che li destina alla ricerca scientifica.

Info e prenotazioni (entro il 7/10)

Tel. 0321.452397, info@ristoranteilclandestino.com, ufficiostampa@neuroblastoma.org Nata nel 1993 per volontà di genitori di bambini ammalati e di oncologi che li avevano in cura, l’Associazione Italiana per la Lotta al Neuroblastoma O.N.L.U.S sostiene la ricerca scientifica, unica reale speranza di vita per i piccoli ammalati. In questi anni di attività ha finanziato per oltre 20 milioni di euro i più avanzati progetti di ricerca per individuare nuove cure efficaci contro queste malattie. Oggi la ricerca garantisce a tutti i bambini italiani una corretta diagnosi e un approccio terapeutico sempre più personalizzato. Ufficio Stampa: Mariella Piscopo 3291273493, Cristina Barberis 3480117332 - ufficiostampa@neuroblastoma.org

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo