logo san paolo
martedì 09 agosto 2022
 
dossier
 
Benessere

Ipertensione: vero e falso

02/04/2015  Non tutti sanno che il freddo può favorire l’ipertensione e che la cura dell’aglio, come altri rimedi naturali, purtroppo non risolve il problema. Queste e altre curiosità per chiarire i vostri dubbi.

Vero  

La pressione è più alta da distesi.
La pressione si abbassa in tutti noi se ci alziamo in piedi, per eff etto della gravità… ma negli anziani l’abbassamento repentino, specie se ci si solleva di scatto, colpisce quasi un terzo degli ultraottantenni e, purtroppo, è una delle cause più frequenti di cadute.

Alcuni farmaci contro la pressione alta fanno venire la tosse.
Gli Ace-inibitori la provocano intorno al 16 per cento e i sartani intorno al tre per cento, perché liberano alcune sostanze che generano tosse secca, che semplifi cando chiameremmo “nervosa”. Non è grave, ma può essere fastidiosa e, in quel caso, si cambia farmaco.

Alcuni farmaci influiscono sulla funzione erettile.
In particolare, il betabloccante può dare problemi poiché le cellule beta che inibisce si trovano anche nella muscolatura liscia dell’apparato riproduttivo maschile. Per ovviare al problema, si possono sostituire con calcioantagonisti, Ace-inibitori e sartani.

L’ipertensione può nascere dai problemi di alcuni organi
Nel dieci per cento dei casi la pressione alta si deve a disturbi renali: rene policistico, stenosi dell’arteria renale, o tumori benigni della ghiandola surrenale come il feocromocitoma sono patologie abbastanza rare, ma che tutte insieme colpiscono molti pazienti, da trattare anche con la chirurgia.

Chi non riscalda gli ambienti può avere la pressione più alta.
La pressione può peggiorare con il freddo, che crea vasocostrizione, mentre l’estate e la doccia calda dilatano i vasi. All’anziano che non accende la stufa d’inverno, magari per risparmiare, si consiglia un ambiente confortevole e caldo

Falso

Il diuretico riduce la pressione perché elimina l’acqua.
La pressione non ha nulla a che vedere con l’acqua, anzi bisogna idratarsi. Il problema reale è che il diuretico fa urinare molto e perdere liquidi, ma dopo un primo periodo critico ci si aggiusta; il deficit di liquidi si corregge bevendo e, inizialmente, urinando di più, ma alla fi ne il corpo ritrova l’equilibrio.

Se si salta una pillola c’è più probabilità di avere infarto o ictus.
Come per tutte le medicine se se ne salta una, due volte, un giorno, si riprende e non succede nulla. Se gli intervalli in cui non ci si cura si allungano, la pressione torna come prima, e… torna a fare danni.

Anche la pressione bassa fa male.
La pressione bassa non è una condizione patologica. Salvo le cadute che può causare nell’anziano se si alza di scatto o situazioni particolari come l’anemia, non deve preoccupare.

Bisogna bere acque minerali povere di sodio.
In genere le acque minerali non sono ricche di sodio, ma innanzi tutto bisogna bere per diluire il sale dei cibi, ed è inutile bere acqua minerale senza sodio se poi si fa incetta di carne, salumi e formaggi, alimenti naturalmente ricchi di sale che fanno subito alzare la pressione.

Aglio e rimedi naturali aiutano ad abbassare la pressione.
Questi rimedi non sono di efficacia provata, e, in ogni caso, andrebbero assunti quotidianamente. Ma i pochi pazienti che fanno la cura dell’aglio non sono costanti, dunque, incoraggiare a curarsi con l’aglio, sarebbe come dire al paziente di prendere una pastiglia una volta ogni tanto.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo