logo san paolo
lunedì 21 giugno 2021
 
 

Monte Carmelo, parla un testimone

02/12/2010  L'incendio, scoppiato alle pendici dell'altura, ha provocato 40 vittime e distrutto 2.000 ettari di terreno. La testimonianza di padre Renato Rosso, missionario carmelitano ad Haifa.

Padre Renato Rosso, missionario carmelitano ad Haifa.
Padre Renato Rosso, missionario carmelitano ad Haifa.

«Molto fumo, tanto da sembrare una strana nuvola rossastra. Da qui, dalla città, vediamo solo questo. Radio e tivù hanno dato la notizia delle quaranta vittime, ma per ora da questa parte della città è tutto tranquillo».

    A parlare è padre Renato Rosso, missionario cermelitano ad Haifa, nel Nord di Israele, dove dirige un complesso scolastico interculturale. Famigliacristiana.it l'ha raggiunto al telefono. Il missionario conferma che un incendio sta interessando le pendici del Monte Carmelo e che è scoppiato nei pressi del carcere di Damas.

    Le 40 vittime, a quanto ha riportato Radio Gerusalemme, sono guardie carcerarie che si trovavano a bordo di un autobus che si è rovesciato e incendiato nel corso dell’evacuazione della prigione minacciata dalle fiamme.

    «L’incendio è scoppiato alle porte della città», aggiunge padre Renato Rosso. Potrebbe interessare alcuni gruppi di abitazioni della perferia nei pressi dell’Università».
 
    Sono state sfollate alcune centinaia di persone ed è stato chiesto alla popolazione di alcuni quartieri di Haifa di non uscire di casa. Non vi sarebbero, secondo le autorità, particolari rischi per la popolazione di Haifa, perché il vento soffia in direzione del mare.

    Si parla anche di numerosi feriti. L’incendio, che potrebbe essere doloso, ha già divorato duemila ettari di terreno. Decine di squadre di soccorso stanno cercando di tenere sotto controllo le fiamme.

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%
    PAROLA E PREGHIERA
    € 33,60 € 33,50
    VITA PASTORALE
    € 29,00
    GAZZETTA D'ALBA
    € 62,40 € 53,90 - 14%