logo san paolo
martedì 26 ottobre 2021
 
Canonizzazione
 

John Henry Newman santo: sarà il primo "made in England" dopo la Riforma

14/02/2019  Riconosciuta dalla Congregazione delle cause dei santi l'intercessione di Newman nella nascita di un bambino che rischiava di non vedere la luce: una storia a lieto fine porta oggi il teologo inglese all'onore degli altari

Un’americana in attesa di un bambino viene colpita da un’emorragia inarrestabile che minaccia la vita del neonato. Prega John Henry Newman e il miracolo, nel maggio 2013, è immediato. Il flusso di sangue si ferma per sempre e questa storia a lieto fine porta oggi il teologo inglese all’onore degli altari.

Come nel caso del primo miracolo – la guarigione da una malattia del midollo spinale di un altro americano - la Congregazione delle cause dei santi non ha dubbi. Si tratta di un intervento soprannaturale non spiegabile con la scienza.

Con la proclamazione a santo di John Henry Newman, da parte di Papa Francesco, giungono all’attenzione dei fedeli la Chiesa cattolica inglese e l’ecumenismo.

E’ la prima volta di un santo made in England dalla Riforma di Enrico VIII, quando morirono per la fede Tommaso Moro e John Fisher, e forse la prima volta di un anglicano diventato cattolico.

Newman, nato nel 1801, padre anglicano e madre evangelica, si appassionò alla fede fin da giovanissimo, entrando come pastore nella Chiesa di Inghilterra.

L’altra sua grande passione, però, fu la ragione e fu proprio ricercando la verità, attraverso gli studi teologici, che il neo santo si convinse che la vera fede si trovava nella parte della Chiesa anglicana più vicina a Roma.

Ridiede cosi’ vita, con il suo movimento di Oxford, alla “Chiesa di Inghilterra”, ma si convinse che gli anglicani erano in errore quando decisero di ordinare un vescovo luterano a Gerusalemme.

Il santo, infatti, denunciò sempre quello che chiamava "l’errore protestante", ritrovando le radici della fede nei padri della Chiesa. Per lui era accettabile rimanere anglicano soltanto se la “Chiesa d’Inghilterra” si rifaceva a Roma per teologia e dottrina.

Nel 1842 ritiratosi dalla vita accademica di Oxford e abbandonato la Chiesa che aveva servito con fedeltà per anni, Newman si ritirò a Littlemore per un periodo di deserto che lo portò alla decisione di diventare cattolico.

Si sente nelle lettere scritte dal santo, in questo periodo, il suo dolore all’idea di abbandonare amici e famigliari anglicani e, insieme, la profonda convinzione che era quella la vera chiamata di Dio.

Modesto, molto pratico, profondamente inglese, Newman faticò molto una volta diventato cattolico. Criticato da altri ex anglicani famosi come Faber e Manning perché non promuoveva il potere temporale del Papato. E in difficoltà a svolgere gli incarichi che gli venivano affidati – per esempio l’avvio di un’università cattolica a Dublino – perché non gli venivano garantiti i mezzi pratici.

Interpretò sempre in modo moderato la dottrina dell’infallibilità papale che tanti dibattiti aveva suscitato all’epoca. Nel 1879, all’età di settantotto anni, Leone XIII fece Newman cardinale. Un riconoscimento importantissimo per il santo che aveva sofferto profondamente delle critiche dei suoi nemici.

Oggi ricordiamo Newman come un anticipatore del rapporto moderno tra fede e ragione. Grande valorizzatore sia del ruolo dei laici che della fede dei più umili.

Beatificato da Papa Benedetto XVI, nel 2010, durante il suo viaggio nel Regno Unito il santo diventa, con la sua canonizzazione,  una specie di patrono dell’ecumenismo. Benchè, infatti, alcuni suoi parenti e amici anglicani, fossero rimasti offesi dalla decisione di Newman di diventare cattolico il neosanto non rinnegò mai le sue radici anglicani e si mantenne in contatto, anche una volta diventato cattolico, con i suoi circoli nella “Chiesa d’Inghilterra”.

“Abbiamo perso il nostro più grande testimone della fede, e tutti noi siamo più poveri e più piccoli per la perdita”, disse ai funerali, nel 1890, il cardinale Manning, l’ex suo nemico col quale Newman si era riconciliato nel 1888.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%