logo san paolo
sabato 17 aprile 2021
 
aiuti alle famiglie
 

L'assegno unico è anche per i bambini che devono ancora nascere

01/04/2021  Il sussidio mensile a partire dal settimo mese di gravidanza anticipa idealmente l’entrata in società del figlio e regala l’idea concreta che siano in tanti a spingere la sua venuta al mondo. E così in sala parto con l'ostetrica e il padre ora aleggia, pronto a fare la sua parte, anche un'altra figura: lo Stato. (di Arianna Prevedello).

Ci sono azioni che valgono più per l’impatto simbolico che per il reale sostegno economico che portano. Eppure, al netto di questa precisazione, non significa che non abbiano delle conseguenze concrete. Stiamo parlando della scelta, particolarmente vivace, di far partire l’assegno unico familiare dal settimo mese di gravidanza. Grazie ad esso non si ha di certo  l’ambizione di coprire tutte le spese che si accavallano in quel periodo dove il traguardo della nascita non è più così lontano e il nido per dirsi abbastanza accogliente ha bisogno di tante attenzioni. Senza dimenticare gli esami della salute di mamma e figlio che si continuano a fare e delle competenze che come famiglia si cerca di guadagnarsi, specialmente con la prima gravidanza, per essere genitori integrati di cuore e di mani.

E fin qui va anche tutto bene, ma ci sono anche quelle situazioni familiari dove non regna né serenità economica, né serenità relazionale. Specialmente per queste situazioni più affaticate, contare sul contributo dello stato è un’esperienza prima di tutto “spirituale”, che fa bene allo spirito, che dona un refrigerio all’anima che a volte non arriva da nessuna prospettiva. E che arrivi dal tuo Paese è la possibilità di coltivare un sentimento di comunità che non va mai trascurato o dato per scontato. L’assegno unico familiare dal settimo mese di gravidanza anticipa, infatti, idealmente l’entrata in società del figlio e regala, in termini soprattutto emozionali ma non meno necessari, l’idea concreta che in sala parto siano in tanti a spingere la venuta al mondo del figlio. Nella storia recente la donna si è guadagnata la presenza in ospedale del compagno-padre. Ora aleggia anche un nuovo angelo custode in sala parto: con questo numero perfetto (il settimo mese) lo stato si affianca alla famiglia e in particolare alla donna nel dirsi pronto a fare la sua parte.

Ognuno spinge come può, ma creare un sensibile assembramento di forze che convergono verso questa venuta al mondo è davvero una buona notizia. Lo è in particolare anche sul fronte dell’emancipazione della donna che viene ulteriormente sensibilizzata ad avere sempre e il più possibile una sua autonomia economica, condizione su cui non si deve mai abbassare la guardia. E’ ormai “sacra” la consapevolezza che dalle situazioni di inaccettabile umiliazione e sopraffazione nella coppia la donna può sentire effettive possibilità di denuncia e di vie alternative per lei e i suoi figli proprio grazie all’indipendenza economica. Contribuendo già in gravidanza a questa emancipazione, seppur timidamente, lo Stato si affianca a lei come donna e come madre in questa battaglia che mette al centro la sua dignità e la vita che sta facendo crescere dentro di lei con tutta se stessa. Seppure in attesa della cifra che verrà stanziata complessivamente, val la pena accorgersi di questi passi in avanti e raccontarli, come una “dote” contemporanea, alle donne che non se la passano così bene tra le mura domestiche.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%
PAROLA E PREGHIERA
€ 33,60 € 33,50
VITA PASTORALE
€ 29,00
GAZZETTA D'ALBA
€ 62,40 € 53,90 - 14%