logo san paolo
giovedì 12 dicembre 2019
 
A Siderno
 

L'immobile della Locride sottratto alla 'ndrangheta ora è diventata una Casa dei giovani

10/08/2019  L'inaugurazione alla presenza delle autorità e del vescovo di Locri-Gerace, monsignor Francesco Oliva. Durante la cerimonia è stato ricordato un motto di don Tonino Bello: "Di fronte a coloro che ostentano i segni del potere, dobbiamo mostrare il potere dei segni"

(Nella foto in alto: l'inaugurazione della Casa dei giovani "Maestri nel sogno" di Siderno, nata dalla riconversione di un bene sottratto alla mafia).

 

“Si nota tanto entusiasmo e voglia di avviare tante iniziative di legalità". Ad affermarlo, partecipando all'inaugurazione della Casa dei Giovani “Maestri nel Sogno” di Siderno, nata dalla riconversione di uno dei beni confiscati alla criminalità organizzata,  il vescovo della Diocesi di Locri-Gerace, monsignor Francesco Oliva, da sempre vicino al mondo giovanile, alle associazioni e agli enti che lavorano per lo sviluppo della Locride. Il bene confiscato di Siderno - consegnato nel corso di una  cerimonia alla quale hanno preso parte varie autorità istituzionali -  diventa così un luogo di riscatto, di sviluppo di idee e iniziative, soprattutto a favore delle fasce giovanili della società calabrese. A coordinare l’iniziativa, supportati dal lavoro di funzionari e dipendenti comunali, due dei tre commissari e il vice prefetto della commissione prefettizia operativa a Siderno, dopo lo scioglimento del Comune per infiltrazioni mafiose: Maria Stefania Caracciolo, Matilde Mulè e Augusto Polito. Un lavoro encomiabile il loro, che in sinergia e armonia con i responsabili comunali ha centrato un obiettivo atteso da decenni.

Un’azione di vero contrasto alla criminalità e una straordinaria iniziativa per dare “Valore alla socialità”, secondo quanto espresso dal Vescovo. L’immobile dove è nata la Casa dei Giovani “Maestri nel Sogno” è stato consegnato a due associazioni affiliate all’ACSI, attraverso il Comitato reggino, con sede a Caulonia Marina, nel cuore della Locride, al Gruppo Scout Siderno 1 e all’Associazione culturale ricreativa e Polisportiva di Giuseppe Cavallo, la cui attività va oltre gli innumerevoli titoli internazionali  sportivi, perché protagonista nelle iniziative di legalità e di recupero di minori a rischio. Un progetto che vede coinvolti anche la parrocchia Santa Maria dell’Arco, Il movimento adulti scout cattolici Italiani, l’Istituto Marconi. “Come ci ricorda don Tonino Bello” – ha detto il capogruppo scout Domenico Archinà – “Di fronte a coloro che ostentano i segni del potere, dobbiamo mostrare il potere dei segni”. Il maestro Giuseppe Cavallo ha dichiarato che ”quando le realtà positive si uniscono, condividendo e testimoniando valori cristiani ed etici, i risultati che si ottengono non possono che apportare indubbi benefici, nella fattispecie a tutta la comunità sidernese e al comprensorio locrideo.” Cavallo e il vescovo Oliva hanno evidenziato che ”Il raggiungimento dello storico obiettivo è sicuramente stato voluto da Dio, che ama e benedice coloro i quali sono animati da buona volontà nel compiere azioni e iniziative positive a favore del prossimo”.

 

 

 

 

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
CREDERE
€ 88,40 € 52,80 - 40%
FELTRO CREATIVO
€ 22,00 € 0,00 - 18%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%