logo san paolo
giovedì 27 gennaio 2022
 
 

In mostra la "casa degli italiani"

17/12/2011  Un'esposizione nei saloni del Quirinale ripercorre la storia del Palazzo dall'Unità d'Italia ai nostri giorni. Oggetti d'arte e documentio d'archivio. Apertura sino al 17 marzo 2012.

Il palazzo del Quirinale, costruito dai papi tra il 1583 e il 1615, dal 1870 a oggi ha ospitato prima i re sabaudi e poi i presidenti della Repubblica Italiana. La storia degli ultimi 150 anni del palazzo che il presidente Giorgio Napolitano ama definire la "casa di tutti gli italiani" è ripercorsa in una mostra aperta fino al 17 marzo 2012.

Allestita dal regista Luca Ronconi nei saloni del Quirinale, e curata da Paola Carucci e Louis Godart insieme a Civita, l'esposizione approfondisce le vicende storico-politiche e istituzionali che hanno segnato l'evoluzione dello Stato italiano.


Come si legge sulla pagina del sito Internet del Quirinale dedicata alla mostra, «il filo conduttore dell'esposizione è costituito dalla funzione di rappresentanza dell’Unità nazionale che lo Statuto Albertino prima e soprattutto la Costituzione poi hanno conferito al Capo dello Stato, e dal modo in cui tale funzione è stata interpretata e attuata dalle diverse personalità che hanno ricoperto la più alta carica istituzionale della nazione. La mostra intende, da una parte, illustrare il patrimonio artistico, la politica di costante acquisizione di opere d’arte da parte dei sovrani di casa Savoia, e il successivo impegno dei Presidenti della Repubblica volto allo studio, al restauro, alla scoperta, alla gestione degli edifici, dei giardini e dei tesori d’arte custoditi nel Palazzo. Dall’altra, sotto il profilo storico-istituzionale, la riflessione parte dal ruolo svolto dai Savoia per poi approfondire l’attività dei Presidenti della Repubblica».

I visitatori potranno accedere alla mostra con ingresso gratuito e senza bisogno di prenotazione, dalla Piazza del Quirinale, nei giorni feriali da martedì a sabato dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30, mentre l'orario domenicale resta fissato dalle ore 8.30 alle ore 12.00, in concomitanza e con le disposizioni dell'apertura al pubblico delle Sale di rappresentanza.

Per approfondimenti: www.quirinale.it, oppure www.civita.it

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo