logo san paolo
giovedì 27 gennaio 2022
 
 

La Cervara svela i suoi segreti

15/04/2010  L'Abbazia di San Girolamo al Monte di Portofino mette in mostra le sue meraviglie restaurate.

La Cervara, ovvero l’Abbazia di San Girolamo al Monte di Portofino, apre le porte ai visitatori e mette in mostra le sue meraviglie, di recente restaurate: la sala degli Affreschi, il Giardino dei semplici, l’Agrumeto e il Salone storico. Un motivo in più per progettare un weekend nell’incantevole cittadina ligure. Nata come abbazia benedettina nel 1361, l’abbazia venne dichiarata monumento nazionale nel 1912. A partire dal 1990, anno in cui passò all’attuale proprietà, il complesso è stato oggetto di importanti lavori di recupero e restauro. 

La Cervara è da sempre avvolta da un alone di fascino misterioso: in quasi settecento anni di storia, momenti di splendore si sono alternati a periodi di decadenza, e le notizie tramandatesi nei secoli mescolano realtà e fantasia, storia e leggenda. Il primo nucleo di abitanti fu un piccolo gruppo di monaci benedettini che nel 1361 vi fondarono un monastero, dedicandolo a San Girolamo. Raggiunse il suo massimo splendore nel Cinquecento. Nel 1868 il complesso venne acquisito dal marchese Giacomo Durazzo, che ne eseguì importanti lavori di recupero e decise poi di venderlo ai padri somaschi, affinché riportassero il monastero a rivivere gli splendori del passato.
 
Successivamente, i padri somaschi vendettero la Cervara a un gruppo di Certosini provenienti dalla Francia: i nuovi monaci ebbero gran cura dell’abbazia e anche del suo giardino, ma furono costretti a vendere nel 1937, anno in cui la Cervara fu definitivamente destinata a dimora privata. La Cervara sarà aperta al pubblico nei fine settimana del 17 e del 24 aprile 2010, con visite guidate a partire dalla mattina (ore 10, 11 e 12) e per tutto il pomeriggio (ore 15, 16 e 17). In questa occasione sarà possibile accedere a spazi tradizionalmente esclusi dalle visite. Dal 19 al 23 aprile, inoltre, l’ingresso sarà gratuito e riservato alle scuole (con gruppi di massimo 35 alunni).
 
Dove dormire: l'Hotel Argentina (tel. e fax 0185/28.67.08) si trova nella splendida baia di Paraggi (Genova), a un solo chilometro da Portofino e a soli 30 chilometro da Genova. Affacciato sul mare, facile da raggiungere, è l'ideale per week-end dedicati al relax o per soggiorni più lunghi. Molto bello, è classificato solo come un tre stelle, perché non ha l'ascensore. La camera doppia costa 110-160 euro, la tripla 130-180 euro. In treno: Stazione di Santa .MargheritaLigure, poi bus di linea per Portofino, fermata Paraggi.

L'Hotel Jolanda, telefono 0185/28.75.12, si trova nel centro di Santa Margherita Ligure (Genova). Ha ristorante, area benessere e ambienti molto eleganti. La camera doppia costa 100-144 euro a notte.

Presso l'Abbazia di San Girolamo al Monte di Portofino (Lungomare Rossetti, tel. 0185/29.31.39) sarà possibile fermarsi a dormire in occasione dieventi a partire da maggio.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo