logo san paolo
venerdì 10 luglio 2020
 
 

Preservativi anti Aids: e la Chiesa?

06/12/2012 

Il teologo Luigi Lorenzetti.
Il teologo Luigi Lorenzetti.

Perché la Chiesa non ammette l’uso del preservativo per far fronte al flagello dell’Aids?

Lettera firmata


La lotta contro il flagello dell’Aids segue strade diverse. La prima, denominata “sanitaria”, affida al profilattico la prevenzione dal contagio. La seconda, che si può qualificare “ideologica”, è propagandata dai fautori del “sesso libero” che diventa anche “sicuro” con il profilattico. Ma non è proprio così. La sua diffusione, infatti, non accompagnata da oggettiva informazione sulla reale efficacia, espone le persone a contrarre e a trasmettere la malattia. La terza, di indirizzo “etico-educativo”, si distanzia nettamente dalla precedente e propone l’umanizzazione e responsabilizzazione del comportamento sessuale.

«La soluzione del fenomeno dell’Aids», così Benedetto XVI alla domanda di un giornalista, «può trovarsi in una umanizzazione della sessualità, cioè in un rinnovo spirituale e umano che conduce a un nuovo modo di comportarsi l’uno con l’altro, [...] a un comportamento giusto nei confronti del proprio corpo e di quello dell’altro».
A tale proposta si obietta che, nelle nostre società, si pratica un costume sessuale disordinato e, quindi, l’uso del preservativo ha almeno il merito di ridurre il danno. Al contrario, ha il demerito di favorire la sessualità disordinata e, quindi, la diffusione dell’Aids: libertà sessuale e lotta all’Aids non sono conciliabili.

A un costume sessuale disordinato, la morale della Chiesa contrappone un costume ordinato da praticare. Utopia? È, invece, un ideale normativo che sa confrontarsi con la situazione, la comprende e anche la tollera in situazioni estreme, come male minore, ma non la giustifica, perché legittimare significa impedire di crescere. L’uscita dal flagello dell’Aids richiede ben altro che il preservativo. Richiede pensiero e azione di persone, singole e associate in varie forme di volontariato, che uniscono la solidarietà all’esperienza maturata sul campo.

I vostri commenti
11
scrivi

Stai visualizzando  dei 11 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%