logo san paolo
domenica 05 dicembre 2021
 
violenze sulle donne
 

Laura Tangherlini, giornalista Rai: «I miei tre anni di botte e insulti»

28/11/2017  La conduttrice di Rai News ha postato su Facebook il drammatico racconto delle violenze subite. Un incubo da cui è uscita quando ha incontrato il vero amore, suo marito.

"Ero stretta tra la paura che mi ammazzasse e quella che mi lasciasse”. Questa è la frase più significativa che Laura Tangherlini, giornalista di Rai News 24, ha affidato al suo profilo Facebook per raccontare i tre anni da incubo che ha vissuto come vittima del suo compagno violento. Una frase nella quale probabilmente si riconoscono tante donne che hanno subito insulti e botte da mariti e fidanzati e che hanno denunciato o meno. Questa ambivalenza fra paura della violenza e paura di essere lasciate è purtroppo l’aspetto che incatena molte donne e che le fa denunciare e poi ritirare la denuncia.

Ma ciò che sta accadendo in queste ultime settimane, sulla spinta delle dichiarazioni di molte donne del mondo dello spettacolo, sta dando coraggio ad altre donne che fino a poco tempo fa tenevano per sè la loro dolorosa esperienza per paura di non essere credute, di perdere il lavoro o di perdere marito, visto che le violenze domestiche sono molto più diffuse di quanto si pensi. 


“I momenti in cui mi faceva sentire una principessa, mi trattenevano incatenata a lui - racconta la giornalista - E mi facevano credere che il suo fosse amore, al massimo gelosia. E che fossi io a sbagliare e a meritare le sue reazioni. Solo dopo ho capito che si trattava di controllo, ossessione, egoismo, totale manipolazione. Eppure anche a quel punto non riuscivo a spezzare le catene, ero come paralizzata, confusa e tanto infelice. Così accettavo le botte, gli insulti continui, i ricatti, le vendette, le minacce. (…) Ricordo il terrore di tornare a casa e trovarla derubata o sottosopra. Ricordo che non potevo telefonare neppure ai miei genitori e che il mo telefono non poteva essere occupato.

Ricordo le minacce mentre ero in onda e le accuse di flirtare con i telespettatori se non mostravo il suo anello a ogni singola inquadratura. (…) Ricordo mille e mille episodi, le lacrime, le denunce che puntualmente ritiravo dopo le sue reazioni quando gli venivano notificate. (…) Ricordo la paura mia, dei miei amici, dei miei famigliari. Ricordo che pure loro mi dissero di scegliere, loro o lui. Scelsi lui. E rimasi ancora più sola e in pericolo”.

Alla fine di questo post straziante Laura Tangherlini scrive: “E proprio grazie a quei tre anni sono poi stata in.grado di riconoscere una persona che avesse questa luce fondamentale. Ti amo marito mio”. A maggio di quest’anno la giornalista si è infatti sposata con il musicista Marco Ro, un matrimonio che è diventato prima un reportage dalla Siria, dal Libano e dalla Turchia e ora un libro+dvd intitolato “Matrimonio siriano” il cui ricavato andrà ai bambini di Aleppo.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo