logo san paolo
mercoledì 01 dicembre 2021
 
 

La cultura giapponese invade l'Italia

20/01/2016  Per il 150° anniversario delle relazioni diplomatiche fra Italia e Giappone sono previsti oltre 80 eventi fra mostre, spettacoli teatrali, rassegne cinematografiche, concerti, conferenze, tornei sportivi e degustazioni.

Una foto di Domon Ken, in mostra al Muaseo dell'Ara Pacis di Roma da giugno.
Una foto di Domon Ken, in mostra al Muaseo dell'Ara Pacis di Roma da giugno.

Il Giappone incontra l'Italia. Lo fa con la bellezza e la raffinatezza della sua arte, del suo cinema, del suo teatro, della sua letteratura e del suo cibo. In occasione del 150° anniversario delle relazioni diplomatiche fra Giappone e Italia (il Trattato di Amicizia e Commercio risale al 25 agosto 1866) nel corso del 2016 mostre ed eventi dedicati al Giappone si svolgeranno nelle principali città italiane.

Al di là delle ottime relazioni fra i due Paesi (i primi ministri Abe e Renzi hanno già avuto 5 incontri bilaterali), la passione degli italiani per il Giappone è crescente. “Per noi giapponesi è stata una bella sorpresa vedere le file del pubblico, con tempi di attesa anche di 9 ore, davanti al padiglione del Giappone all'Expo di Milano. Siamo fieri di aver contribuito al successo di quella grande manifestazione”, dice l'ambasciatore del Giappone in Italia, Kazuyoshi Umemoto. Nel 2015, inoltre, per la prima volta i turisti italiani in Giappone hanno superato i 100 mila.

A questo interesse degli italiani il Giappone viene incontro proponendo mostre di altissimo livello. Da settembre al Palazzo Reale di Milano, organizzata dal Comune e da MondomostreSkira, verrà presentata una straordinaria collezione di 200 xilografie policrome e libri illustrati firmati da grandi artisti come Hokusai, Hiroshige e Utamaro. Fra le opere in arrivo dall'Honolulu Museum of Art ci sono capolavori come la Grande onda e le Trentasei vedute del Monte Fuji di Hokusai.

Da giugno a settembre all'Ara Pacis di Roma saranno esposte le bellissime fotografie di Demon Ken, maestro del Realismo giapponese. Sempre a Roma, alle Scuderie del Quirinale, fra luglio e settembre si potranno ammirare i capolavori della scultura buddhista. Il 5 febbraio apre all'Istituto Giapponese di Cultura di Roma una mostra che mette a confronto gli schizzi del maestro Hokusai con la migliore produzione del fumetto manga contemporaneo.

A settembre uno spettacolo del suggestivo teatro Noh sarà in scena prima a Roma, poi a Firenze, Vicenza (Teatro Olimpico) e Venezia. Previsto anche un concerto dell'Orchestra femminile di strumenti musicali Sakura. Sono in programma anche rassegne cinematografiche, eventi sportivi (tornei di kendo e altre arti marziali), degustazioni di cibo, workshop, occasioni speciali come una illuminazione speciale per il Colosseo, prevista a maggio, realizzata da due artiste, madre e figlia, di fama internazionale. . Gli eventi in agenda sono oltre 80, ma se ne aggiungeranno altri nel corso dell'anno. Tante occasioni, quindi, per conoscere e apprezzare quello “Stile Giappone” celebrato in un bellissimo saggio di Gian Carlo Calza, pubblicato alcuni anni fa da Einaudi.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo